Sei qui:  / Blog / 2014 sulla via Maestra

2014 sulla via Maestra

 

Care socie e soci, amiche e amici,

Il 2013 si chiude con un bilancio sconfortante della vita istituzionale, politica e sociale del Paese. Mentre la crisi colpisce, come se avessimo subito i danni di una guerra – dice Confindustria – e l’Italia è attraversata da mille giuste proteste (solo alcune forme e modalità destano la nostra apprensione), governo e parlamento appaiono sempre bloccati sia nelle ricette economiche che allentino almeno un po’ il disagio, sia nell’accordo per superare l’attuale legge elettorale, bocciata severamente dalla Consulta. Libertà e Giustizia, con l’aiuto vostro e di alcune associazioni amiche, è riuscita a sventare l’attacco all’Art.138, somma garanzia della nostra Carta. Le mobilitazioni del 2 giugno a Bologna e del 12 ottobre a Roma e gli appelli che le hanno convocate, hanno ribadito con la forza delle migliaia di persone in piazza, il “No” perentorio e motivato a stravolgimenti della Costituzione. LeG, nel corso dell’anno che sta per concludersi, è stata il motore non solo di queste importanti manifestazioni ma, grazie soprattutto ai suoi circoli, ha continuato a entrare nelle scuole per parlare ai ragazzi di Diritti, Legalità e Princìpi.
Insegnamento che continuerà anche il prossimo anno, insieme a una serie di progetti che, oltre a tutti quelli già decisi nel corso dell’assemblea dei soci del 23 novembre, vi accenniamo e su cui abbiamo cominciato a lavorare e che si realizzeranno nei primi mesi del 2014.

  1. Un convegno sulla Giustizia e su una riforma possibile, che si farà a Firenze, affidato a Elisabetta Rubini, avvocato e membro di Presidenza di LeG.
  2. Un incontro sulle modifiche costituzionali che, in situazioni diverse dall’attuale, si potrebbero fare per aggiornare il sistema Paese. Il progetto sarà curato da Francesco Pallante, ricercatore di Diritto costituzionale e nuovo coordinatore del circolo di Torino e si svolgerà nel capoluogo piemontese.
  3. Un seminario che faccia riferimento a quelli passati e che sarà l’occasione per un dibattito con i nostri soci sulla situazione politica italiana.

A gennaio vi presenteremo il documento scritto dal nostro presidente onorario Gustavo Zagrebelsky, che come ogni anno, tira le fila di quanto è stato fatto e ci aiuta a individuare la Via Maestra.

Intanto a voi un augurio affettuoso e un po’ di serenità – sarebbe già tanto in questi tempi tribolati. Ricordatevi di lasciare un pensiero a Libertà e Giustizia, con il vostro aiuto il nostro impegno raddoppia.

La presidenza di leG

Rinnova la tua iscrizione o diventa socio di LeG
Per i soci under 18, 2 euro l’anno. Per gli under 30, 10 euro.

Lascia un contributo 

Auguri a tutti!

libertaegiustizia.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE