Sei qui:  / News / Migranti: Rapporto Ocse: aumentano flussi irregolari in Italia nel 2013

Migranti: Rapporto Ocse: aumentano flussi irregolari in Italia nel 2013

 

Verso il nostro paese, nel 2013, è in atto una “nuova consistente ondata migratoria”. Lo sottolinea il Censis nel contributo italiano al Rapporto Ocse “International Migration Outlook – Prospettive sulle migrazioni internazionali”, la cui edizione 2013 è stata presentata oggi al Cnel. Con l’inizio delle rivolte nei Paesi del Nord Africa – osserva il Censis – i flussi irregolari verso l’Italia sono cresciuti in maniera considerevole: nel 2011 sono giunte in Italia 62.692 persone, contro le 4.406 del 2010. Provenivano per lo più da Libia e Tunisia e sono sbarcate a Lampedusa. Dopo una
flessione registrata nel 2012 (15.570 persone), nei primi otto mesi del 2013 si registrano già 21.241 migranti, di cui oltre la metà arrivati nei mesi di luglio e agosto. L’incidenza dei profughi siriani in Italia, secondo il Rapporto dell’Ocse, resta relativamente modesta. La maggior parte dei richiedenti asilo è di origine somala, eritrea, nigeriana, pakistana o afghana.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE