Sei qui:  / News / “Quali alternative ai Cie? Prospettive e proposte”

“Quali alternative ai Cie? Prospettive e proposte”

 

Il convegno di Bologna, giovedì 10 maggio

CIE : al via un confronto fra pratiche e legislazioni nei diversi stati europei per trovare delle alternativa a strutture d’identificazione ed espulsione rivelatesi costose ed inefficaci sia dal punto di vista sicuritario, sia nella garanzia e nel rispetto dei diritti umani.

Superamento dei Cie e alternative alla detenzione; aspetti legislativi e costituzionali; ruolo dei media e dei giornalisti ; costi di strutture ed espulsioni. Sono questi i temi che verranno affrontati nel convegno “Quali alternative ai Cie? Prospettive e proposte” che si terrà a Bologna domani 10 Maggio 2012 dalle ore 13.30 alle 19.00 nella Sala Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio (Piazza Maggiore 6), inserito nell’ambito di Transeuropafestival e promosso dalla Campagna LasciateCIEntrare, European Alternatives, Associazioni Giù le Frontiere e Rete Primo Marzo.

Fra gli interventi in programma quello del Senatore Roberto di Giovan Paolo, relativo al rapporto sullo stato dei diritti umani nei centri di accoglienza e trattenimento per migranti in Italia, e quello di Cécile Kyenge, inerente a nuovi e sconosciuti casi emersi ai Cie di Modena e Bologna, a seguito dell’ultima mobilitazione della campagna LasciateCIEntrare, in collaborazione con la campagna europea Open access now di fine aprile.

“Sarà un momento importante per confrontarsi e ridisegnare le nuove frontiere europee nello spirito di libera circolazione delle persone sancito nella Carta mondiale dei migranti che verrà letta, con l’accompagnamento del coro Chemin de femmes, domenica 13 maggio, in chiusura del festival” ha detto Cécile Kyenge presentando l’iniziativa in seno a Transeuropa http://transeuropafestival.eu/

L’evento on-line è reperibile http://www.euroalter.com/ppp/events/528/  e sulla pagina

facebook  http://www.facebook.com/events/267242366704149/

Per comunicare la propria partecipazione all’incontro scrivere agli indirizzi:bologna@euroalter.com e antoniamassimini@gmail.com

Organizzazioni, giornalisti e operatori dei media che desiderano comunicare la propria adesione al forum possono scrivere a: a.lodeserto@euroalter.com e antoniamassimini@gmail.com

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE