Sei qui:  / News / Poste Italiane taglia, a giugno 2000 licenziamenti – di violapost

Poste Italiane taglia, a giugno 2000 licenziamenti – di violapost

 

di violapost

Al momento, ancora per poco, sono tremila in tutta Italia. Recapitano la corrispondenza nelle nostre case per conto di Poste Italiane. E lo faranno fino a giugno quando, in 2000, verranno mandati a casa. 2000 famiglie sul lastrico nonostante il trend positivo di Poste Italiane (vedi foto sotto) che non confermerà gli appalti alle agenzie cui da anni si rivolge per svolgere il servizio di recapito. Tra quelli destinati a rimanere senza lavoro ci sono i dipendenti di  Transystem, circa 300, che ci chiedono di pubblicare questa lettera:

“Siamo lavoratori dell’appalto postale, dipendenti dell’azienda Transystem, tra quelli che non sapete mai se chiamare postini o meno. Quelli a cui spesso dite: ma quanti siete, non ci si capisce più nullaApriamo un blog proprio perchè rischiamo di scomparire, di perdere il lavoro e finire in quel girone infernale tutto reale della disoccupazione.

 

Ancora qualche mese di stipendio al settantacinque percento, e poi a casa. Fine. E’ la vita, è una cosa che succede in tutta Italia, direte. Il problema è proprio questo: ci siamo dimenticati che questa non è e non deve essere la normalità. E’ necessario andare oltre il titolo da giornale “Anche i lavoratori dell’Azienda X sono a rischio”, che ormai non fa più nemmeno notizia, e vedere chi siamo.

Eccoci qua. Siamo uomini, donne, padri, madri, single, persone con mutui sulle spalle, famiglie monoreddito, persone normali, la cui vita vale la pena di essere raccontata. Dietro l’appalto ci siamo noi, e queste sono le nostre storie.
Aiutateci a far sentire la nostra voce, diffondete e amplificate la nostra difficilissima situazione.”

I lavoratori di Transystem hanno creato anche un blog, si chiama Truppe D’appalto

http://violapost.it/?p=6490

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE