Sei qui:  / Articoli / Diritti / #8MARZO. Lettera agli uomini

#8MARZO. Lettera agli uomini

 

Grazie delle mimose e degli auguri che ci dedicherete, ma non bastano più.
Non basta neanche che non ci molestiate, che non ci insultiate, che non ci disprezziate. Certo, in questo nostro Paese pare sia già molto. Ma non basta. Non fare niente di male non è sufficiente.

Bisogna che scegliate da che parte stare, che ci riconosciate, che ci facciate spazio.
Bisogna che cominciate a prendere i congedi parentali, così se una coppia decide di fare uno o più figli una donna non sarà costretta a stare lontana da certe posizioni per tanti anni consecutivi.
Bisogna che organizziate la vostra agenda senza dare per scontato che la cura dei figli è una prerogativa femminile.
Bisogna che concepiate l’ipotesi di un part time e la possibilità di guadagnare meno di noi.
Bisogna che iniziate a indignarvi e ad alzare la voce se una donna viene discriminata o molestata. Anche se la donna non è vostra moglie o la vostra compagna. Anche se il molestatore è un vostro amico o collega.
Bisogna che condividiate la responsabilità genitoriale o la cura della casa senza necessariamente sentirvi degli eroi.
Bisogna che crediate che una donna possa essere all’altezza senza doverlo ogni volta dimostrare.
Bisogna che mettiate in conto di poter e dover fare un passo indietro per lasciare il posto a una donna. In politica come sul lavoro. Perché è vero che, questione culturale a parte, un posto in più a una donna, in politica come sul lavoro, è un posto in meno a un uomo e la corsa da fare sul rettilineo per raggiungerlo è una corsa impari, perché spesso noi donne dobbiamo percorrerlo cariche di borse della spesa, coi bambini alle calcagna e il tifo contro.

Fare spazio alle donne, non togliere loro la parola, non oscurarle, non è un modo per aiutare le donne, ma per rendere migliore il mondo attraverso le donne. Perché dove stanno bene le donne stanno meglio tutti.

Semplicemente perché è umano.
Semplicemente perché è giusto.
Semplicemente perché solo un’alleanza ci salverà dal diluvio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE