Sei qui:  / Articoli / Esteri / Russia, blogger e giornalisti saranno “agenti stranieri”

Russia, blogger e giornalisti saranno “agenti stranieri”

 
Il 3 dicembre 2019 il parlamento russo ha docilmente approvato la proposta di legge che estende lo status di “agente straniero” – già da anni affibbiato alle Ong e ai mezzi d’informazione che ricevono fondi dall’estero, con sanzioni fino a due anni di carcere in caso d’inadempienza – a privati cittadini quali i giornalisti e i blogger.

La legge etichetta come “agenti stranieri” singole persone che, attraverso finanziamenti dall’estero, diffondono informazioni al pubblico, qualora queste siano prodotte da “agenti stranieri”. Il testo non specifica la “quantità” di pubblico.
La legge andrà poi a colpire quei blogger e giornalisti che ricevono donazioni, stipendi o compensi per singoli articoli.

I blogger e i giornalisti etichettati come “agenti stranieri” saranno obbligati a registrarsi come tali presso il ministero della Giustizia e coloro che vivono all’estero dovranno iscriversi a un registro russo per poter pubblicare articoli in Russia. Tutte le informazioni e gli articoli dovrebbero riportare la dicitura “agente straniero”.

La legge avrà un effetto raggelante sui giornalisti indipendenti, che in Russia già si trovano a lavorare in un ambiente costrittivo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.