Sei qui:  / Blog / Roma, filma operazione di polizia locale: giornalista denunciato per interruzione di pubblico servizio. Fnsi: «Inaccettabile»

Roma, filma operazione di polizia locale: giornalista denunciato per interruzione di pubblico servizio. Fnsi: «Inaccettabile»

 
«Nell’auspicare che l’amministrazione capitolina faccia chiarezza sull’accaduto e adotti i provvedimenti dovuti, il sindacato è al fianco del collega ed è pronto ad assisterlo in tutte le iniziative che deciderà di intraprendere a tutela della sua professionalità e della libertà di stampa», rilevano Lorusso e Giulietti.

«Quanto accaduto al giornalista Cosimo Caridi è inaccettabile. Il diritto di cronaca non può essere messo in discussione in nessun frangente. Men che mai si può consentire che un ufficiale di polizia tenti di intimidire un cronista con frasi del tipo: ‘Appena manda in onda quelle riprese lei verrà arrestato’. Compito dei giornalisti, giova ricordarlo, è proprio quello di informare i cittadini. Un diritto-dovere di rilevanza costituzionale». Così Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi, commentano quanto capitato al videomaker del Fatto Quotidiano bloccato ieri dai vigili urbani di Roma mentre riprendeva il fermo di un venditore ambulante.

«Nell’auspicare che l’amministrazione capitolina faccia chiarezza sull’accaduto e adotti i provvedimenti dovuti – proseguono – la  Federazione nazionale della Stampa italiana è al fianco di Caridi ed è pronta ad assisterlo in tutte le iniziative che deciderà di intraprendere a tutela della sua professionalità e della libertà di stampa in questo Paese».

MULTIMEDIA
questo link il video dell’accaduto pubblico sul ilfattoquotidiano.it.

 Da fnsi

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.