Sei qui:  / Opinioni / Il razzismo figlio dell’ignoranza

Il razzismo figlio dell’ignoranza

 

L’onorevole Meloni ha festeggiato la vittoria in Umbria mostrando indice e medio, impossessandosi del segno “V” di Winston Churchill, che ne fece il simbolo della vittoria sul nazifascismo. Certamente John Lennon, a letto con la moglie giapponese, non lo usava per scopi razzisti. Pure il premio Nobel Nelson Mandela salutava anche con la “V”, lui che vinse l’apartheid.

La tragicità del razzismo, sempre affiorante, sta proprio nell’ignoranza. Oggi manca anche una cultura di destra. Un tempo i giovani di destra facevano letture pericolose (Pound, Evola, Rauti), ma leggevano. Oggi il razzismo è soltanto effetto di una sciocca convinzione: credersi migliori degli altri. Perché un  vero cristiano non può essere antisemita.

Se non fossero esistiti, circa duemila anni fa, quegli ebrei (San Paolo in primis) che avevano individuato in Cristo il loro Messia, non avremmo la nostra religione e le nostre radici giudaico-cristiane; per non parlare delle centinaia di premi Nobel, artisti e letterati, ebrei. A chi lancia cori e banane ai giocatori di colore bisogna far presente che forse si tratta di una “razza superiore”, stante che il codice genetico dei “coulored” è più “ariano” di quello di noi mediterranei. Sebbene scientificamente non si riesca a dimostrare l’esistenza delle “razze”.

Particolarmente noi italiani siamo un crogiuolo di “razze” e culture, sin dai tempi del mitizzato grande Impero Romano, che eleggeva imperatori provenienti da ogni provincia. Invece che cori da stadio, con il rischio di passare dalle squadre (di calcio) allo squadrismo, bisognerebbe intonare cori di culture, cercando di conoscere quella degli altri, ma sopratutto tutelando la nostra. Leggendo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

1 COMMENTO

  • Maria

    Naturalmente chi e’ di destra e’ razzista. Comodo ed efficace marchio infamante per operazioni di odio “culturale” verso gli “ignoranti” di destra. Peraltro da parte di chi ha appoggiato “culturalmente” la dittatura comunista su milioni di essere umani. Complimenti.

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.