Sei qui:  / Blog / Due anni senza Daphne Caruana Galizia, il 15 ottobre in Fnsi ricordo della reporter e focus sui giornalisti nelle zone di guerra

Due anni senza Daphne Caruana Galizia, il 15 ottobre in Fnsi ricordo della reporter e focus sui giornalisti nelle zone di guerra

 
Parteciperanno, fra gli altri, il blogger maltese Emanuel Delia, i giornalisti Sandro Ruotolo e Paolo Borrometi, i rappresentanti di Efj e Amnesty. Sarà presentata l’inchiesta di Fanpage.it sulla morte di Daphne. Appuntamento alle 11 in sala ‘Walter Tobagi’.

Incontro con la stampa, domani, 15 ottobre, alle 11, nella sede della Federazione nazionale della Stampa italiana, in corso Vittorio Emanuele II, 349, a Roma, alla vigilia del secondo anniversario dell’omicidio della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia, per chiedere all’Europa di mettere sotto osservazione Malta, dove è a rischio la libertà di informazione.

Sarà anche l’occasione per un focus sulla situazione dei giornalisti impegnati nelle zone di guerra e nelle aree a rischio del pianeta per i quali la Federazione internazionale dei giornalisti ha chiesto all’Onu l’approvazione di un protocollo che ne assicuri la protezione.

«Vogliamo conoscere i mandanti dell’omicidio della giornalista maltese che stava indagando sulle tangenti transitate nelle società offshore di esponenti del governo maltese. Alla conferenza stampa parteciperanno esponenti del giornalismo europeo e il blogger maltese Emanuel Delia e presenteremo l’inchiesta di Fanpage.it sulla morte di Daphne Caruana Galizia, delegittimata in vita e in morte perché aveva sfidato il potere», anticipano gli organizzatori.

Con il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, saranno presenti il giornalista Sandro Ruotolo; il direttore di Fanpage.it, Francesco Piccinini; il presidente di Articolo21, Paolo Borrometi; il segretario dell’Usigrai, Vittorio Di Trapani; la rappresentante italiana nello Steering Committee della Efj, Anna Del Freo; il portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury.

Da fnsi

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.