Sei qui:  / Blog / Italia, 449 mila nascite nel 2018 (-9 mila). Più partenze che ritorni

Italia, 449 mila nascite nel 2018 (-9 mila). Più partenze che ritorni

 

I dati Istat. Rispetto al 2008 risultano 128 mila nati in meno. Il saldo naturale nel 2018 è negativo (-187 mila), risultando il secondo più basso nella storia dopo il 2017. Tra gli italiani continuano a essere più numerose le partenze (120 mila espatri nel 2018) dei ritorni (47 mila). Sale la speranza di vita

ROMA – Nel 2018 si conteggiano 449 mila nascite, ossia 9 mila in meno del precedente minimo registrato nel 2017. Rispetto al 2008 risultano 128 mila nati in meno. Lo rileva l’Istat nel rapporto “Indicatori demografici – Stime per l’anno 2018”.
I decessi sono 636 mila, 13 mila in meno del 2017. In rapporto al numero di residenti, nel 2018 sono deceduti 10,5 individui ogni mille abitanti, contro i 10,7 del 2017.
Il saldo naturale nel 2018 è negativo (-187 mila), risultando il secondo livello più basso nella storia dopo quello del 2017 (-191mila).

Italiani che espatriano

Tra i cittadini italiani più partenze che ritorni. Il saldo migratorio con l’estero, positivo per 190 mila unità, registra un lieve incremento sull’anno precedente, quando risultò pari a +188 mila. Aumentano sia le immigrazioni, pari a 349 mila (+1,7%), sia le emigrazioni, 160 mila (+3,1%). I flussi in ingresso, perlopiù dovuti a cittadini stranieri (302 mila), hanno toccato il livello più alto degli ultimi sei anni. Solo 40 mila emigrazioni per l’estero, su complessive 160 mila, coinvolgono cittadini stranieri.
Tra i cittadini italiani continuano a essere più numerose le partenze dei ritorni. Nel 2018 risultano, infatti, 47 mila rimpatri e 120 mila espatri.

Aumenta ancora la speranza di vita. Sempre secondo l’Istat, nel 2018 si registra un nuovo aumento della speranza di vita alla nascita. Per gli uomini la stima è di 80,8 anni (+0,2 sul 2017) mentre per le donne è di 85,2 anni (+0,3).
A 65 anni di età la speranza di vita residua è di 19,3 anni per gli uomini (+0,3 sul 2017) e di 22,4 anni per le donne (+0,2). (DIRE)

Da redattoresociale

Leggi:

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE