Sei qui:  / Articoli / Culture / Libridine / “L’altro giorno ho fatto quarant’anni” – di Lucio Luca

“L’altro giorno ho fatto quarant’anni” – di Lucio Luca

 

L’altro giorno ho fatto quarant’anni di Lucio Luca, edito da Laurana Editore nella collana Rimmel, è un romanzo che per la sua ironia e lucidità è riuscito a risvegliare l’attenzione di Roberto Saviano. Poco da sorprendersi. Si tratta di un libro intenso. Tagliente. Emozionante. La penna dell’autore diventa un rasoio che traccia con dolorosa nitidezza la vita di un giornalista. La vera vita di un giornalista che, in Calabria, crede e ama il giornalismo. Ma che dalla sua terra e dal suo amore finirà con l’essere tradito.

Alessandro è un giornalista calabrese alla soglia dei 40 anni. Un bivio della vita al quale arriva con il carico di una serie di minacce da parte della ‘ndrangheta, un lavoro sempre più precario e un matrimonio che sta per fallire. La sua storia è quella di un cronista di provincia, uno “con la schiena dritta”, mai asservito ai poteri forti, che all’improvviso si rende conto che tutto quello in cui aveva creduto e per il quale aveva sacrificato la sua esistenza sta per crollare.

Decide così di isolarsi e ripercorrere le tappe più importanti della sua vita: gli inizi nelle tv private, il tanto sospirato articolo 1, l’assunzione in un giornale che vuole raccontare la Calabria come mai nessuno aveva fatto prima, le liti con direttori e capiredattori che non accettano la sua “anarchia” sul lavoro, le notti insonni per salvare il quotidiano dopo l’improvviso addio di una decina di colleghi, le promesse non mantenute da un editore condannato per usura, le minacce della criminalità e il licenziamento.

Tutto attraverso le pagine di un diario segreto che Alessandro aggiorna quasi maniacalmente giorno per giorno, annotando le angherie che è costretto a subire e il disprezzo per chi, dal suo punto di vista, tradisce la professione scendendo a compromessi col potere.

“L’altro giorno ho fatto 40 anni” racconta le pressioni psicologiche, il mobbing, lo sfruttamento dei collaboratori costretti a scrivere “per 4 centesimi a riga”, le minacce mafiose subite dal giornalista e un processo destinato a fare giurisprudenza.

Una vicenda personale che si mescola a fatti avvenuti realmente in Calabria, una terra “avvelenata” che Alessandro ama a tal punto da non volerla abbandonare. Malgrado tutto e tutti. Ne viene fuori il carattere di un giornalista molto amato in redazione e molto odiato in una città come Cosenza che non perdona chi non si allinea. Tra politici affamati di soldi e di potere, boss della ‘ndrangheta, imprenditori corrotti, giornalisti “a disposizione” e pezzi di massoneria deviata.


Scrive Roberto Saviano nella prefazione: “Alessandro è un ragazzo calabrese che seguendo la sua passione decide di fare il giornalista. Il ragazzo ha talento, mappa la politica, taccia le ’ndrine, ausculta il cuore pieno di aritmie della sua terra. Lo fermano, lo vessano, lo sottopagano, lo isolano ma lui resiste. Sa che ciò che fa è più grande della miseria che subisce. Si aspettava tutto questo ma poi qualcosa si rompe. E tutto lo schifo che lo assediava e il dolore che montava da dentro le fibre lo inghiotte. Per sempre”

Lucio Luca è nato a Ragusa nel 1967 e vive a Roma. Da oltre vent’anni lavora a “Repubblica” dove si è occupato di cronaca nera, giudiziaria esteri e sport. Per Sigma Edizioni ha pubblicato Prove tecniche di trasmissione (2006) e Puellae (2006). Per Pietro Vittorietti Editore ha scritto il romanzo Il killer dell’ufficio accanto (2008) e Dall’altra parte della luna (2014). Questo è il suo quinto libro.

Afferma l’autore Lucio Luca: “In un momento nel quale la categoria dei giornalisti è sotto attacco, sia da un punto di vista economico che politico, mi sembrava giusto raccontare la storia di chi questo mestiere lo fa per passione, con la schiena dritta, perché crede ancora che sia un dovere per la democrazia. Malgrado salari spesso umilianti e minacce della criminalità. Alessandro lo ha fatto fino alle estreme conseguenze ma la sua vicenda, purtroppo, è finita presto nel dimenticatoio. Ho pensato che scrivere un romanzo ispirato alla sua storia potesse essere la migliore risposta a chi considera i giornalisti una casta e non esita a insultarli soltanto perché fanno con dedizione il proprio lavoro”.


L’altro giorno ho fatto quarant’anni, di Lucio Luca – Laurana Editore

COLLANA:        Rimmel Narrativa Italiana

ISBN:                  9788831984140

PAGINE:                        208

PREZZO:                       € 16

FORMATO:        cm 14 X 21

USCITA:                        15 novembre 2018

CONFEZIONE:             brossura cucita con alette

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.