Sei qui:  / Articoli / Informazione / Minacce e Vittime / 5 settembre 2010: ucciso il sindaco-pescatore Angelo Vassallo, Pollica lo ricorda con “La Festa della Speranza”

5 settembre 2010: ucciso il sindaco-pescatore Angelo Vassallo, Pollica lo ricorda con “La Festa della Speranza”

 

“Se dopo 4 anni abbiamo deciso di tornare ad Acciaroli è solo per ribadire ancora una volta, se ce ne fosse il bisogno, che noi non molleremo mai e coloro che hanno ucciso Angelo hanno sbagliato a fare i propri conti. Chi ha sbagliato pagherà.” Con queste parole, semplici ed incisive, Dario Vassallo riassume l’essenza della “Festa della Speranza”, in programma sul Porto di Acciaroli, sabato 08 settembre a partire dalle ore 17:00, per ricordare suo fratello, Angelo Vassallo, il sindaco-pescatore di Pollica, ucciso in un agguato intorno alle 22.15 del 5 settembre del 2010. Contro il sindaco di Pollica rieletto per ben quattro mandati dal 1995 al 2010, furono esplosi 9 proiettili di calibro 9, sette dei quali andarono a segno.

Quella sera, Vassallo fu raggiunto dal suo killer mentre rincasava, a bordo della sua auto. Il freno a mano tirato, il finestrino abbassato, hanno fin da subito lasciato supporre che, lungo la strada che era solito percorrere per tornare a casa, il sindaco-pescatore avesse incontrato qualcuno che conosceva e con il quale può essersi fermato a parlare, innescando una discussione culminata nel delitto che, secondo diversi esperti in criminologia, porterebbe la firma di killer inesperto, ma animato da un forte impeto di rabbia che lo ha portato ad accanirsi contro Vassallo, esplodendo una raffica di colpi. Chi ha ucciso Angelo Vassallo? E perchè?

A distanza di otto anni da quella sera che ha fortemente segnato l’anima identitaria del comune cilentano teatro della vicenda, la sua morte resta ancora uno dei tanti delitti eccellenti irrisolti della storia del nostro Paese. Diventato celebre per la sua politica ambientalista, complice il viscerale amore per il mare, oltre alla carica di sindaco, Angelo Vassallo ricopriva anche quella di presidente della Comunità del parco, organo consultivo e propositivo dell’ente Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano ed era stato Presidente della Comunità Montana Alento Monte Stella. Era inoltre vicepresidente delle ‘Città slow’, aderenti al manifesto dell’associazione Slow Food ed era stato Presidente delle ‘Città Slow’ nel mondo. Vassallo si è fatto promotore della proposta di inclusione della dieta mediterranea tra i Patrimoni orali e immateriali dell’umanità. Proposta accolta dall’UNESCO il 16 novembre 2010, a Nairobi.

La delegazione del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, presente in Kenya per la proclamazione, ha dedicato il riconoscimento alla figura del suo promotore. In seguito alla sua morte, Dario Vassallo ha istituito la “Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore” per seguitare a tenere in vita il modello politico proposto da suo fratello Angelo, ma soprattutto per non smettere di invocare verità e giustizia per quella morte terrena che, di fatto, non ha scalfito gli ideali, il ricordo, il simbolo e l’esempio insito nella figura del “sindaco-pescatore”. Giunge così alla sua ottava edizione “La Festa della Speranza”, il cui primo appuntamento sarà il convegno “Un Mare di Legalità” moderato dai giornalisti Dario del Porto e Vincenzo Iurillo, al quale interverranno figure di spicco del panorama politico e sociale nazionale ed internazionale.

Aderiranno alla manifestazione: Kelly Degnan, Vice Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia; Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia; Edmondo Cirielli, Questore dell’Ufficio di Presidenza; Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli; Giuseppe Aieta, Consigliere della Regione Calabria; Rosario Cusmai, Vice Presidente della Provincia di Foggia; Stefano Pisani, Sindaco di Pollica; Antonio Ingroia, avvocato; Dario Vassallo, Presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore. Durante la rassegna, inoltre, attraverso il portale Change.org, verrà lanciata una petizione per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente marino. Successivamente, alle ore 19:30, si esibiranno l’Orchestra di Fiati “G. Rossini” di San Mauro Cilento, il baritono Pino Radano accompagnati dal soprano Nicoletta D’Agosto e dal musicista Giancarlo di Muoio, il quale presenterà il singolo “Il Sindaco Pescatore”. A seguire, intorno alle ore 20:00, l’attore Ettore Bassi, darà voce alla storia di Angelo Vassallo attraverso il monologo “ Il Sindaco Pescatore”, tratto dall’omonimo libro di Dario Vassallo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE