Sei qui:  / Articoli / Asia / Informazione / Con la scusa delle tasse, chiuso quotidiano indipendente della Cambogia

Con la scusa delle tasse, chiuso quotidiano indipendente della Cambogia

 

Fondato nel 1993, il “Cambodian Daily” era il principale giornale in lingua inglese e uno dei pochi rimasti indipendenti. “Era”, perché il 4 settembre il governo di Phnom Penh l’ha chiuso con la scusa del mancato versamento di una tassa esorbitante e iniqua che le autorità avevano imposto di pagare a stretto giro. C’è aria di elezioni in Cambogia (la scadenza è fissata al prossimo anno) e il governo del primo ministro Hun Sen, notoriamente allergico alle critiche e al dissenso, si muove di conseguenza.

Nelle ultime settimane sono state chiuse due emittenti radiofoniche che trasmettevano programmi di “Radio Free Asia” e “Voice of America”. E il 3 settembre è stato arrestato Kem Sokha, leader del Partito nazionale di riscatto della Cambogia, all’opposizione. Accusato di “cospirazione con una potenza straniera” (ossia gli Usa), rischia 30 anni di carcere.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE