Sei qui:  / Opinioni / Hasta (o hashtag) la victoria siempre?

Hasta (o hashtag) la victoria siempre?

 

Putin: “Castro è stato un valoroso eroe” / Trump: “Castro è stato un dittatore feroce”
Putin&Trump: “ops”

Avrete notato la moltitudine di lunghi coccodrilli, peraltro da mo’ preparati, in morte di Fidel Castro. Tutto il mondo li sta distribuendo a più riprese, rigorosamente suddivisi in (almeno) tre fasce: a) storicamente grande uomo perché consegnò ai cubani la dignità di Popolo che ha gratuitamente scolarizzato dall’alfabetizzazione alla laurea, protetto da sanità fiore all’occhiello mondiale, garantito per lavoro, cibo e tetto quotidiano b) finalmente è morto il sanguinario criminale (cfr. tripudio a Miami degli esuli) c) era un dittatore, ma prima è stato bravo, sì però poi ha abbracciato l’Unione Sovietica e da lì giù che ci do che ci do…

Gli States non gliela fecero a riprendersi Cuba (già # del loro personalissimo piacere lascivo-finanziario) e per vendetta misero in atto embargo tra i più feroci. Stante la devastazione che gli americani negli ultimi decenni lasciano sulle terre ove portano la loro rivoluzione, altrimenti chiamata democrazia, non sono così certa che oggi quel popolo vivrebbe meglio.

I sostanziosi capitoli di storia che l’isola rivoluzionaria, nel bene e nel male, è riuscita a mettere insieme  in ogni caso sono ricchezza, almeno fino a qui hasta. La parte più difficile sarà, da qui in poi, conservare il siempre…

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE