Sei qui:  / Blog / NIZZA, CAMION SULLA FOLLA PER 2 KM. 84 MORTI E 100 FERITI

NIZZA, CAMION SULLA FOLLA PER 2 KM. 84 MORTI E 100 FERITI

 

La preghiera e il cordoglio della comunità francescana di Assisi

«Colpiti il 14 luglio, giorno di festa nazionale e simbolo della libertà, perché i fondamentalisti negano i diritti fondamentali». Il tir che ha ucciso 84 persone sulla Promenade des Anglais di Nizza (moltissimi i bambini, almeno 100 i feriti di cui 18 in gravissime condizioni), «aveva l’intenzione di uccidere, schiacciare e massacrare» ha detto il presidente francese, Francois Hollande. Otto mesi dopo gli attentati di Parigi, il Paese è di nuovo sotto attacco: l’Isis festeggia in rete. La mattina dopo la carneficina, emergono i dettagli del nuovo attacco terroristico alla Francia: il 31enne franco-tunisino residente a Nizza che era alla guida del camion, ucciso dalle forze dell’ordine, «era noto alla polizia per violenze, uso di armi, ma nessun fatto legato al terrorismo». Si è mosso mentre la festa, che aveva richiamato decine di migliaia di persone sul lungomare per i fuochi d’artificio, stava per finire. È schizzato a 80 km orari sulla gente : «il camion sterzava di continuo, per colpire più persone possibile, proprio come fossero dei birilli», hanno raccontato i testimoni.
11.14-Il killer di Nizza si chiamava Mohamed Lahouaiej Bouhlel . Lo scrive su twitter Nice-Matin, il principale quotidiano locale. Il camion usato per la strage era stato affittato qualche giorno fa nella regione di Nizza.
10.53 Non si escludono vittime italiane

«Non possiamo escludere la presenza di italiani, data l’entità e la gravità del fenomeno» ha riferito il capo dell’Unità di Crisi della Farnesina Claudio Taffuri. In città riedono oltre 30mila italiani, oltre a quelli che si trovano là in vacanza. Serena Lippi, console generale d’Italia a Nizza ha aggiunto: «Al momento però non abbiamo dati ufficiali per cui serve la massima prudenza».
10.36-Tre giorni di lutto nazionale

Il presidente Hollande ha proclamato tre giorni di lutto nazionale, il 16, 17 e 18 luglio. Lo ha annunciato il premier francese Manuel Valls, ricordando che «il terrorismo costituisce una minaccia che pesa e peserà ancora a lungo sulla Francia».
9.46-Appello per gli italiani che erano sulla Promenade des Anglais

Tra le persone disperse a Nizza per cui è stato diffuso un messaggio di ricerca su Twitter ci sono anche due italiani, marito e moglie, Angelo D’Agostino e Gianna Muset. La nuora della coppia ha raccontato di non essere più riuscita a contattarli dopo le 21.55 di ieri. «Siamo disperati». D’Agostino, aggiunge, «è un uomo di circa 1,70 per 70 kg, capelli bianchi, jeans e maglietta blu».
9.45-Perquisizioni a casa del killer

Sul camion del terrorista di Nizza, che è stato formalmente identificato grazie alle impronte digitali, sono stati trovati la carta di identità, una patente, una carta di credito e un telefono cellulare. Sono in corso perquisizioni nell’abitazione del killer, la cui identità non è ancora stata resa nota.
9.21-Rafforzati controlli al confine

Sono stati ulteriormente rafforzati i controlli da parte italiana sul confine di Stato a Ventimiglia sia a Pont St.Ludovic che a Pont St. Louis dopo l’attentato di Nizza. Agli uomini della Polizia si sono affiancati Esercito, Carabinieri e Battaglione mobile.

9.00-Stato di emergenza prolungato

Il governo francese ha prolungato di tre mesi lo stato di emergenza dopo l’attentato di Nizza. Il presidente francese, Francois Hollande, 09:00 presiede il Consiglio di Sicurezza e difesa all’Eliseo con i ministri e gli alti responsabili dei dipartimenti; e poi partirà alla volta di Nizza, insieme al premier Manuel Valls.

Il ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve, è invece arrivato nella notte nella città in Costa Azzurra
8.56-Attentatore neutralizzato da passante e due poliziotti

Il killer di Nizza, un franco tunisino di 31 anni, «è stato neutralizzato da un uomo e due poliziotti». Lo ha detto Eric Ciotti, presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime, a France Info.
8.37-La condanna del Papa

Papa Francesco è solidale con le vittime e tutto il popolo francese e condanna «nel modo più assoluto ogni manifestazione di follia omicida, di odio, di terrorismo e ogni attacco contro la pace». Padre Federico Lombardi racconta «abbiamo seguito questa notte con preoccupazione le terribili notizie da Nizza».
8.24-Attentatore solo sul camion

Il guidatore del camion che si è scagliato sulla folla a Nizza «era solo a bordo del veicolo», e «se ha avuto complici, è stato a monte». La polizia sta esaminando le immagini della videosorveglianza per capire da dove esattamente sia partito.
8.10-Molti bambini fra le vittime, almeno trenta bambini feriti

Un corpo steso, coperto da un telo dorato. Accanto una bambola, con il suo vestitino rosa. È una delle immagini più drammatiche della strage di Nizza dove sono rimasti uccisi molti bambini. Sono almeno 30 quelli rimasti feriti.
7.55-L’appello: “Donate sangue”

Gli ospedali di Nizza hanno lanciato un appello alla popolazione per donazioni di sangue, per far fronte al gran numero di feriti. Il centro apre alle 9.30 a rue Auguste Gal 45.
7.53 -Spiagge interdette lungo la Promenade

L’accesso agli stabilimenti balneari, pubblici e privati, lungo la Promenade des Anglais, è stato interdetto dalle autorità locali. La decisione riguarda, in particolare, le spiagge tra Carras (aeroporto di Nizza) e i Beau Rivage incluse.
7.32 -84 vittime e 100 feriti

Continua ad aumentare il bilancio delle vittime dell’attentato di Nizza. I morti sono almeno 84. Un centinaio i feriti.
7.20-Alle 9 il consiglio di sicurezza

Il presidente francese Francois Hollande riunirà oggi alle 9 un «consiglio ristretto di sicurezza e difesa» all’Eliseo.
7.15-Farnesina agli italiani: evitare gli spostamenti

La Farnesina «invita gli italiani presenti a Nizza ad evitare spostamenti e a seguire le indicazioni delle Autorità locali». Per emergenze si può contattare il Consolato Generale d’Italia a Nizza al n. 0033 (0) 768054804.
7.09-Ritrovato neonato disperso

È stato ritrovato il neonato di otto mesi, perduto fra la folla dai genitori, per cui una donna di origini malgasce aveva postato su Facebook un appello disperato. «Alcune persone lo avevano trovato e portato a casa loro».
Hollande: “Tutta la Francia minacciata”
«Dobbiamo fare di tutto per lottare contro questo flagello», ha detto il presidente Hollande, visibilmente commosso, nel corso del suo intervento notturno dall’Eliseo al termine di una riunione con il premier Manuel Valls. Il capo dello Stato ha quindi rivolto un messaggio di «solidarietà alle vittime e alle loro famiglie». Dopo gli attentati parigini del gennaio 2015 e del 13 novembre scorso ora viene «colpita Nizza. Tutta la Francia è sotto la minaccia del terrorismo islamico. In queste circostanze serve vigilanza assoluta e una determinazione senza fine», ha concluso.

(ALICE CASTAGNERI, DANIELA LANNI, ELENA MASUELLI – La Stampa)

Da sanfrancesco

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE