Sei qui:  / Opinioni / L’anno più tragico per i migranti

L’anno più tragico per i migranti

 

Non c’è dubbio sul fatto che il 2015 stia stato l’anno  più tragico per i migranti arrivati in Italia con 3771 morti e dispersi nel Mediterraneo. E questo il calcolo fatto dall’Organizzazione Mondiale per le migrazioni, (OIM). sia stati 5.350.  Gli arrivi via mare quest’anno siano stati 996.645 sempre secondo l’OIM. Via mare quest’anno sono arrivati 996.645 migranti. Nel 2014 i morti furono 3279. Il mese più tragico del 2105 è stato aprile con 1244 morti di cui circa 800 in un solo tragico naufragio al largo delle coste libiche (in quell’episodio sopravvissero solo in 29.Nel Mediterraneo la rotta più rischiosa è quella tra la Libia e l’Italia. Nel 2015 ci sono stati 2892 morti conto 152.864 arrivi.  Più sicura la rotta verso la Grecia con 805 morti contro 839 arrivi. In Italia sbarcano soprattutto 37.882 eritrei, 20.171 nigeriani, 11.242 somali, 8.766 sudanesi e 7.387 siriani.  Il direttore generale dell’OIM William Lacy Swing  ha affermato:” Non ci sono scuse per questi migranti disperati che hanno perso le loro vite. La comunità internazionale deve agire per fermare questo trend. Nel corso di questi anni abbiamo più volte ricordato  che la mobilità degli esseri umani non è volontaria ma causata da conflitti e povertà.” Non ci sono commenti da fare a queste terribili notizie.   

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE