Sei qui:  / Opinioni / I democratici si contano

I democratici si contano

 

Malgrado le dichiarazioni ultime del Presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, che stamattina ha difeso l’Italicum, e ha detto che è stato un gravissimo errore liquidare il Mattarellum nel 2005, all’interno del Partito democratico non tutto è ancora pacifico.

Malgrado il fatto che il Partito democratico abbia raggiunto quota 310 sei meno della maggioranza assoluta, non è affatto certo che la maggioranza ci sia giacché se un certo numero di deputati che non sono d’accordo con la linea maggioritaria tenuta fino ad oggi dal presidente del Consiglio Matteo Renzi potrebbero essere tanti gli esponenti della minoranza che si schierano secondo quel che pensano da mettere in difficoltà proprio il presidente del Consiglio.  E allora si vedrà se Renzi potrà mantenere la sua maggioranza oppure non riuscirà a farlo.

E allora potranno esserci conseguenze sulla tenuta del presidente del Consiglio.  E, in questo caso, occorrerà trovare un sistema per andare avanti, così come è stato fino adesso oppure no, poiché potrebbe andarsi-nel caso che i deputati dissenzienti superassero il numero finora previsto, potrebbe determinarsi l’opportunità di andare da parte del presidente del Consiglio ad elezioni anticipate per salvare la propria identità.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE