Sei qui:  / Appuntamenti & Eventi / Articoli / Il Premio Luchetta 2015 riparte dal 20 novembre e con Unicef promuove il premio “I nostri angeli”

Il Premio Luchetta 2015 riparte dal 20 novembre e con Unicef promuove il premio “I nostri angeli”

 

La XII edizione del Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta riparte dalla Giornata internazionale dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: sarà infatti on line giovedì 20 novembre il bando per l’edizione 2015. La tutela dell’infanzia e dei suoi diritti rientra da sempre nella mission e nel Dna del Premio Luchetta, così come la testimonianza dei contesti, spesso invisibili, nei quali i bambini sono minacciati da guerre, scontri etnici, emarginazione e povertà. Il Premio è stato infatti istituito dalla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin con la RAI per ricordare i giornalisti Marco Luchetta, Alessandro Ota e Dario D’Angelo uccisi da una granata nel gennaio ’94, mentre stavano girando un servizio sui bimbi della ex Yugoslavia candidati al Premio Nobel per la Pace. Pochi mesi dopo era il cineoperatore triestino Miran Hrovatin a perdere tragicamente la vita, vittima di un agguato a Mogadiscio con la collega Rai Ilaria Alpi. A partire da quei tragici eventi, il Premio Luchetta ha messo al centro del suo sguardo l’attualità dei tempi, filtrata dall’angolo visuale dell’infanzia. Un “target” troppo spesso emarginato e silenziato dalle cronache, quanto strumentalizzato nelle logiche della comunicazione consumistica: il Premio Luchetta è nato dunque per valorizzare il giornalismo ‘di trincea’ che racconta e documenta, alle più svariate latitudini del pianeta, la sopraffazione delle vittime più indifese delle società d’ogni tempo, i bambini. E con l’edizione 2015 si aggiunge, alle storiche sezioni del Luchetta, il Premio “I Nostri Angeli”, istituito dall’Unicef Italia e dalla Fondazione Luchetta: il riconoscimento verrà assegnato ad una testata che più si è distinta per aver approfondito i temi legati alla tutela dell’infanzia nel mondo. Non a caso, nella rinnovata Giuria del Premio Luchetta, presieduta dal direttore di Rai Tgr Vincenzo Morgante, entra quest’anno il portavoce Unicef Italia Andrea Iacomini, giornalista e saggista, ospite nei mesi scorsi dell’edizione 2014 del Premio. Oltre a lui, accanto ai giurati storici del Premio Luchetta ci saranno anche il portavoce di Articolo 21 Beppe Giulietti e il direttore del settimanale Venerdì di Repubblica Attilio Giordano. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti giornalistici si svolgerà nel prossimo mese di luglio a Trieste con il galà televisivo “I Nostri Angeli”, come sempre ripreso e trasmesso da Rai1. E a scandire il conto alla rovescia per la premiazione sarà un’intensa kermesse di incontri, dialoghi, anteprime e proiezioni: una vera “tre giorni” nel cuore di Trieste, per condividere con la città non solo l’evento culminante delle premiazioni, ma anche un vivacissimo dibattito con i protagonisti dell’informazione e della comunicazione del nostro tempo.

Potranno concorrere giornalisti, telecineoperatori e fotoreporter con i lavori pubblicati, trasmessi o diffusi tra il 1 aprile 2014 e il 31 marzo 2015, che dovranno pervenire alla segreteria del Premio entro il 10 aprile 2015. Il bando di concorso del Premio Giornalistico Internazionale Marco Luchetta 2015, presente anche su Twitter al profilo @premioluchetta, sarà consultabile sui siti www.premioluchetta.it e www.fondazioneluchetta.org. Come per il 2014 la partecipazione include le testate giornalistiche web, purchè registrate. Il Premio Luchetta TV News sarà esplicitamente riservato al migliore servizio giornalistico della durata massima di 5 minuti, mentre la categoria Reportage, dedicata ad Alessandro Ota per giornalisti e tele cineoperatorisarà riservata ai servizi televisivi fino a 45 minuti,  Infine il premio Luchetta per le pubblicazioni della stampa internazionale e per la migliore fotografia, dedicate rispettivamente a Dario D’Angelo e Miran Hrovatin.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE