No alle liste bloccate

0 0

Bloccare le liste vuol dire bloccare la sovranità popolare. Se come cittadini non possiamo scegliere chi ci rappresenta, il Parlamento sarà sempre più un corpo estraneo alla democrazia, continuamente soggetto a crisi di rigetto. Governabilità significa non solo un premio di maggioranza, ma soprattutto un legame di identità tra chi elegge e chi è eletto.
Renzi ha incontrato Berlusconi e a nessuno ha fatto piacere la resurrezione di un pregiudicato.
Ma che almeno questo sacrificio consenta di ripristinare il legame tra il Popolo e il Parlamento.
Per sentire quell’aula non più occupata da “loro”, ma finalmente abitata da “noi”.

One thought on “No alle liste bloccate

  1. Dovrebbe essere così: ma non è già più così e i due, senza pudori, l’hanno spiegato bene. Non sarà l’elettore a scegliere ma saranno loro a scegliere l’elettore: non è un gioco di parole, è un cappio con il quale ricattare le persone perbene di questo Paese.
    Via, via subito, non solo i giovani ma soprattutto i più anziani che hanno sofferto per quest’Italia amara che non ha più futuro.

Comments are closed.