Sei qui:  / Blog / Querele. Mara Carfagna: “Violenza inaccettabile dal Fatto Quotidiano”

Querele. Mara Carfagna: “Violenza inaccettabile dal Fatto Quotidiano”

 

La deputata: “porto in tribunale chi getta fango su di me”, dopo articolo in cui un anonimo parla della sua presenza a feste con Berlusconi

La portavoce del gruppo Forza Italia alla Camera dei deputati Mara Carfagna ha annunciato azioni legali nei confronti del Fatto Quotidiano dopo la pubblicazione, lo scorso 7 dicembre, di un’intervista (B. e i 600 mila euro in nero per il castello) in cui una fonte anonima dice agli autori Valeria Pacelli e Nello Trocchia che la parlamentare era presente ad alcune feste tenute da Silvio Berlusconi al castello di Torcrescenza a Roma.

“Porterò in tribunale questa gente e lo farò pur sapendo che nessun tribunale potrà restituirmi quello che mi è stato tolto e messo addosso. Sono cinque anni che Il Fatto Quotidiano tra blitz e maldicenze cerca di accreditare la teoria che chi ha fatto scelte politiche diverse dalle loro appartiene a categorie ignobili e prive di moralità. Ho cercato di ‘difendermi’ con il mio lavoro, ma quella del Fatto Quotidiano è una violenza inaccettabile che tende a delegittimare per l’ennesima volta la mia reputazione e la mia dignità”, ha dichiarato Carfagna.

“Non sono mai stata ad Arcore – ha aggiunto – come ho testimoniato dinnanzi al tribunale di Milano che ne ha preso atto, né ho mai partecipato alle cene nel castello di Torcrescenza. Tranne una con molti altri parlamentari. Sarebbe bastato interpellarmi, come fanno tutti i giornalisti seri, per scoprire la verità”.

OSSIGENO

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE