Sei qui:  / Iniziative Articolo21 / News / Articolo21, due euro a pezzo? Indecente! Subito equo compenso

Articolo21, due euro a pezzo? Indecente! Subito equo compenso

 

“Oggi in Italia più della metà dei giornalisti non ha un contratto di assunzione stabile, non ha prospettive, non ha tutele! Nella maggior parte dei casi ricevono compensi irrisori, anche 2-5 euro a pezzo. Per queste ragioni oggi in Italia è necessario approvare una legge che impedisca lo sfruttamento di professionisti che con il loro lavoro contribuiscono a garantire il diritto, costituzionalmente sancito, all’informazione!”

Facciamo nostro questo appello promosso dalla Commissione nazionale lavoro autonomo Fnsi – affermano Giuseppe Giulietti e Stefano Corradino, portavoce e direttore di Articolo21 – e chiediamo che sia portata anche in Senato la legge sull’equo compenso già approvata dalla Camera. Affinché sia data una risposta positiva a questa insopprimibile richiesta di equità e di dignità. Non esiste una solo ragione che possa giustificare la mancata approvazione di una legge che tuteli i precari del settore editoriale. Dopo tanti “iniqui compensi”, sarebbe auspicabile un vasto e rapido consenso attorno “all’equo compenso”.”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE