Sei qui:  / Articoli / Interni / Quelle frasi ingiuriose contro l’Anpi e la Resistenza

Quelle frasi ingiuriose contro l’Anpi e la Resistenza

 

La libertà di parola e di pensiero è un diritto inalienabile e riconosciuto dall’articolo 21 della Costituzionale italiana che recita, tra l’altro : “tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”. Gli amministratori della pagina facebook ANPI SPENDING REVIEW,  che diffonde da qualche giorno frasi ingiuriose verso l’associazione, probabilmente non sanno che il diritto di manifestare il proprio pensiero è stato conquistato, a caro prezzo, nella guerra di Liberazione combattuta, tra gli altri, dai partigiani. Noi di Articolo 21 esprimiamo solidarietà all’ANPI per questa infamante aggressione di chiara matrice fascista e mettiamo il nostro sito a disposizione per ogni iniziativa che sarà decisa. Piero Calamandrei esortava le nuove generazioni scrivendo: “Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra Costituzione”. Un invito che vale ancora.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE