Sei qui:  / Articoli / Informazione / Covid-19. Usigrai, Cdr Tgr Campania e Sugc: «Nuovo attacco all’informazione da parte della Regione”

Covid-19. Usigrai, Cdr Tgr Campania e Sugc: «Nuovo attacco all’informazione da parte della Regione”

 

L’Unità di Crisi ha annunciato l’invio di un esposto a Procura di Napoli e commissione di Vigilanza dopo un servizio nel quale si riportava la notizia, opportunamente documentata, della carenza di posti letto disponibili per il ricovero di pazienti affetti da coronavirus nella giornata di martedì 20 ottobre. I giornalisti: «Non saranno le provocazioni a intimorirci».

«Ancora una intimidazione alla libertà di informazione da parte della Regione Campania, presieduta da Vincenzo De Luca». È quanto affermano in un nota il Cdr della Tgr Campania, l’Usigrai e il Sindacato unitario giornalisti Campania. «Ieri – spiegano i rappresentanti sindacali – nel collegamento della Tgr Campania è stata ritrasmessa una parte di un servizio andato in onda martedì 20 ottobre su Cartabianca, RaiTre, in cui uno degli operatori del 118 riportava al microfono la carenza in quel giorno in Campania di posti letto disponibili per il ricovero di pazienti Covid. Nel riprendere la linea il giornalista ha riferito di un fax della centrale operativa del 118 in cui si informava il Pronto Soccorso di uno dei Covid Center regionali, con i posti tutti occupati, che non erano disponibili altri letti nella regione per poter trasferire due pazienti in condizioni cliniche severe. Il fax si riferisce a martedì 20 ottobre, ore 13.02. L’Unità di Crisi della Regione Campania ha annunciato l’invio di un esposto alla Procura di Napoli e alla Commissione Parlamentare di Vigilanza sulla Rai, per confutare “una vergognosa truffa mediatica sul presunto e falso esaurimento dei posti letto” nella regione. La redazione di Cartabianca segnala che il quadro della disponibilità di posti letto negli ospedali documentata con una intervista all’operatore del 118 faceva riferimento com’è ovvio alle richieste pervenute in quella specifica giornata, e come documentato anche dalle immagini del registro chiamate pervenute alla centrale operativa del 118 stesso».

Il Comitato di redazione della Tgr Campania «respinge gli attacchi al lavoro dei giornalisti del servizio pubblico televisivo, che come sempre verificano scrupolosamente le notizie fornite ai telespettatori. Quando l’autorità giudiziaria disporrà di sentire i giornalisti Rai o la Commissione di Vigilanza Parlamentare deciderà di ascoltarli, i colleghi consegneranno copia del fax della centrale operativa del 118 dov’è scritto a chiare lettere che non erano disponibili posti letto per pazienti Covid in Campania, nel giorno indicato dal giornalista, e cioè martedì 20 ottobre. Esattamente come raccontato. Non saranno le provocazioni a intimorire i giornalisti, la cui bussola professionale – concludono Cdr, Usigrai e Sugc – è il dovere di informare e il diritto dei cittadini a essere informati».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.