Sei qui:  / Opinioni / Presidente Sassoli: basta Lesbo e Erdogan

Presidente Sassoli: basta Lesbo e Erdogan

 
La Grecia è abbandonata a se stessa e l’isola di Lesbo è sopraffatta dal flusso migratorio prevalentemente siriano. A Erdogan la UE sta pagando il lavoro sporco di trattenimento di esuli in campi indecenti, di cui apre i cancelli solo per ricattare il committente europeo. Presidente Sassoli: l’Europa dov’è? Lei ha comunicato di volersi recare in Grecia. E’ una buona notizia. Ma il suo sopralluogo ha un senso solo se poi seguiranno aiuti immediati ai greci. E soprattutto, il varo una politica vera per gestire l’emigrazione, mettendo in conto piani pluriennali e finanziamenti adeguati. Differire soluzioni strutturali per affidarsi a dittatori violenti e ingordi  non risolve il problema della migrazione, ma lo rimanda e ingigantisce.
Per storia, valori e civiltà, l’Europa non può continuare a girarsi dall’altra parte.
Chi ignora la dignità degli altri, perde la propria.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE