Sei qui:  / Blog / #GivingTuesday, dopo venerdì nero e cyber-lunedì ecco il martedì del dono

#GivingTuesday, dopo venerdì nero e cyber-lunedì ecco il martedì del dono

 

Nata nel 2012 negli Usa in risposta alla spinta consumistica di Black Friday e Cyber Monday, la Giornata mondiale del dono del 27 novembre invita a sostenere progetti solidali. Coinvolte oltre 240 organizzazioni non profit. “Occasione per generare ondata di solidarietà nel mondo”

 

BOLOGNA – Sostenere i laboratori di ceramico-terapia che la Fondazione Lene Thun realizza nei reparti di oncoematologia pediatrica a livello nazionale. Donare libri sulla cultura e la tradizione della Campania per promuovere la lettura e creare una biblioteca condivisa insieme alla Fondazione Enrico Isaia e Maria Peppillo. Fare una donazione per il progetto “Casa di strada” dell’associazione Fare insieme onlus che, a Bologna, distribuisce kit invernali (sacco a pelo, coperta, cappello di lana, guanti, scaldacollo e calze) e bevande calde a chi è in strada e dà informazioni sui servizi. Sono alcuni dei progetti che si possono sostenere partecipando al #GivingTuesday 2018, il martedì del dono. Nato nel 2012 negli Stati Uniti in risposta alla spinta consumistica del Black Friday (il venerdì successivo al Giorno del ringraziamento) e del Cyber Monday, la Giornata mondiale del dono quest’anno si celebra il 27 novembre. Grazie al #GivingTuesday 2017, il Gruppo Felsineo dei Rotary Club ha donato al progetto “Casa di strada” un furgone utilizzato dai volontari per le uscite in cui portano assistenza alle persone senza dimora.

La seconda edizione del #GivingTuesday è coordinata da Aifr e patrocinata da Comune di Bologna e Regione Emilia-Romagna. Sono oltre 240 le organizzazioni non profit che hanno aderito alla Giornata mondiale del dono, promuovendo progetti di solidarietà sul portale givingtuesday.it e attraverso i social network con l’hashtag #GivingTuesday. “#GivingTuesday è un’occasione straordinaria per generare un’ondata di solidarietà in tutto il mondo – spiega Marco Cecchini, presidente di Aifr – Associazione italiana di fundraising, che in Italia coordina la seconda edizione dell’iniziativa – e siamo fiduciosi che anche il nostro Paese voglia dare il proprio contributo alla crescita di questo movimento globale”. (lp)

Da redattoresociale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE