Sei qui:  / News / Conferenza in Senato su difesa delle libertà civili. Testimonianze da Russia, Moldavia e Kazakistan

Conferenza in Senato su difesa delle libertà civili. Testimonianze da Russia, Moldavia e Kazakistan

 

Si terrà il 19 luglio alle ore 14,30, sala Caduti di Nassirya,  Senato della Repubblica, la conferenza stampa “In difesa delle libertà civili. Testimonianze da Russia, Moldavia e Kazakistan”, d’iniziativa del senatore Roberto Rampi, a cura della Federazione Italiana Diritti Umani (FIDU) e della Fondazione Open Dialog (ODF).  Durante la conferenza, attivisti per i diritti umani testimonieranno lo stato fragile in cui versano le libertà civili in Kazakistan, Russia e Moldavia.
In particolare, il senatore del Pd Roberto Rampi e il presidente della FIDU, il dott. Antonio Stango, di ritorno da una missione di monitoraggio in Kazakistan, presenteranno raccomandazioni in relazione alla promozione dei diritti umani nel Paese, in particolare la tutela delle libertà fondamentali dei manifestanti pacifici e dei prigionieri politici. L’incontro sarà un’occasione per ascoltare le testimonianze raccolte dal sen. Rampi e dal dott. Stango, tra il 16 e il 21 giugno 2018, in seguito a diversi incontri con esponenti della società civile, autorità di governo e detenuti politici. Altro tema centrale del dibattito sarà la persecuzione degli avvocati che si occupano di diritti umani e le misure intraprese dal governo kazako per aumentare la stretta sulla professione legale.
L’incontro sarà moderato e presieduto dal senatore Roberto Rampi. Tra i relatori che presenteranno le loro testimonianze, vi saranno:

Lyudmyla Kozlovska – Presidente della Fondazione Open Dialog, organizzazione per i diritti umani attiva nella difesa di prigionieri politici e vittime dell’abuso del sistema INTERPOL nella regione dell’ex Urss;

Antonio Stango – Presidente della Federazione Italiana Diritti Umani, cofondatore del Comitato Italiano Helsinki, già direttore del Kazakhstan Human Rights Training and Support Program;
 

Domnica Manole – Giudice d’Appello della Camera di Chisinau, vittima di persecuzione politica per aver effettuato una decisione sconveniente alle autorità di governo;
 

Maigul Sadykova (da confermare) – attivista e blogger kazaka, vittima di repressione in relazione al suo sostegno al movimento pacifico di opposizione “Democratic Choice of Kazakhstan” (Scelta Democratica per il Kazakistan);
 

Igor Kotelyanets – fratello di Evgeny Panov, prigioniero politico ucraino, detenuto nella città di Simferopol´ situata nella penisola della Crimea, territorio occupato dalla Federazione Russa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.