Sei qui:  / Articoli / Informazione / Iniziative Articolo21 / Minacce e Vittime / Questa sera Festa Articolo21 al Caffè letterario all’insegna delle battaglie contro ogni bavaglio

Questa sera Festa Articolo21 al Caffè letterario all’insegna delle battaglie contro ogni bavaglio

 

Anche quest’anno, preceduta dall’assemblea annuale dei soci che inizierà alle 18, al Caffè Letterario, in via Ostiense 95, oggi 21 dicembre dalle 20 si animerà la festa di Articolo 21, alla vigilia del settantesimo anno dall’approvazione della Costituzione italiana da parte dell’assemblea costituente, il 22 dicembre 1947.
I premi che saranno consegnati da Articolo21, Fnsi, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Usigrai e Casagit sono stati riconosciuti a persone che si sono distinte per la difesa dell’articolo 21 della nostra Carta, anche al di là dei confini italiani.
A partire dalle 18, dopo l’elezione del nuovo presidente e del nuovo ufficio di presidenza, si entrerà nel vivo della festa con il ricordo di Daphne Caruana Galizia, la giornalista maltese uccisa tre mesi fa con un’autobomba, e la premiazione di Caroline Muscat sua collega e amica, coautrice di “Invicta. The life and work of Daphne”, un libro collettivo che vuole far conoscere il suo impegno di giornalista libera.
La serata, presentata dalla portavoce Elisa Marincola e dal direttore di Articolo21 Stefano Corradino, vedrà alternarsi sul palco le voci dei protagonisti di battaglie e campagne per la libertà di informazione e per i diritti umani.
Come Maaty Elsandouby, in rappresentanza di quanti continuano a lottare in Egitto contro le repressioni del regime di Al Sisi, comprese quelle contro giornalisti e fotoreporter come Shawkan, e per chiedere verità e giustizia per Giulio Regeni e tutti i Giulio egiziani. Un riconoscimento andrà a Monica Coscioni, per la battaglia di civiltà che ha portato alla recente approvazione della legge sul fine vita.
Sarà inoltre letta una lettera appello dei giornalisti di Cumhuriyet, che il 25 dicembre, al termine del processo che li vede accusati di terrorismo, potrebbero essere condannati a pene fino all’ergastolo.
Un premio sarà consegnato anche a Daniele Piervincenzi ed Edoardo Anselmi per aver continuato a raccontare con coraggio le vicende di Ostia nonostante la violenza subita, e al collega Andrea Palladino, impegnato da tempo in inchieste sulle organizzazioni neo-fasciste e per questo più volte minacciato.
Sarà poi premiato il Sindacato unitario giornalisti della Campania a nome delle colleghe e dei colleghi che denunciano malaffare e corruzione.

A ricevere il premio di Articolo21 sarà anche il Centro Astalli da sempre impegnato per favorire l’accoglienza e l’inclusione delle donne e uomini rifugiati. Un lavoro costante rivolto a chi vuole inserirsi e vivere in pace in Italia. Un impegno per costruire una società più aperta, più solidale, più giusta per tutti.

Saranno infine lanciate le iniziative per il 2018, a cominciare dal Concorso per la rilettura dell’Articolo 21 della Costituzione, che nell’anno in cui si celebrano i settant’anni della Carta assume una valenza ancora maggiore. Su questo fronte, Articolo 21, insieme alla Tavola della Pace, oltre a partecipare alla Marcia Perugia – Assisi sarà impegnata tutto l’anno anche nelle celebrazioni dei settant’anni della Dichiarazione universale dei diritti umani.

I premi saranno consegnati da Articolo21, in collaborazione con Fnsi, Usigrai, Ordine Nazionale dei Giornalisti e Casagit.

Gli interventi e i filmati sulle attività svolte dall’associazione si alterneranno con spazi di intrattenimento, grazie alla musica di Nicola Alesini, Mario Franco Cao, Stefano Corradino, Antonio Di Bella, Francesco Gatti, Roberto Natale e altri colleghi – musicisti amici di Articolo 21.
.

Qui potete vedere le adesioni 

Per prenotarvi inviate una mail a redazione@articolo21.info

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE