Sei qui:  / Appuntamenti & Eventi / Articoli / Informazione / Una marcia per sostenere Erri De Luca

Una marcia per sostenere Erri De Luca

 

Quassù [in alta montagna] ce le teniamo in bocca, costano energia e calore, usiamo le necessarie, e quello che diciamo poi facciamo. Quassù le parole stanno in pari con i fatti, fanno coppia. (Erri De Luca, Sulla traccia di Nives).

Domenica 4 ottobre sulla Sainte-Victoire, nei pressi di Aix-en-Provence si terrà una marcia per sostenere lo scalatore, il poeta, lo scrittore, l’uomo Erri De Luca e la libertà delle parole, dopo la richiesta del pubblico ministero Antonio Rinaudo di otto mesi di reclusione nel processo che lo vede imputato a Torino per istigazione al sabotaggio della Tav, la linea Alta Velocità Torino-Lione.
La montagna per chi vuole difendere Erri De Luca da un reato d’opinione è il luogo ideale, tra le pieghe delle nuvole si potrà respirare in intesa con l’anima e la terra, un invito a vivere nel rispetto dell’uomo, lontano dal volto oscuro di qualunque censore.
L’idea nasce in ambito acca­de­mico fran­cese, da un’iniziativa di Chiara Mila­nesi e Carlo Baghetti, la Francia ed il suo presidente Hollande già in passato aveva sostenuto l’appello di politici e intellettuali d’oltralpe in favore dello scrittore e in difesa della libertà d’espressione, evidenziando l’assordante silenzio delle istituzioni italiane.
Si parte dal Bar­rage du Bimont alle 10.30 e l’arrivo sulla cima della Sainte-Victoire è
pre­vi­sto per le 12.30.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE