Sei qui:  / Blog / Giornalista di Formia denunciato per calunnia e schiaffeggiato

Giornalista di Formia denunciato per calunnia e schiaffeggiato

 

Aggredito, insultato e denunciato: per Francesco Furlan direttore del giornale on line H24Notizie.com, non è il primo episodio. E’ successo a Formia per un articolo su un affidamento comunale.

Il giornalista pubblicista che vive e lavora a Formia, Francesco Furlan, è stato vittima di una aggressione sabato 9 maggio 2015, e il 15 maggio anche denunciato per calunnia dall’imprenditore Pasquale Pace a causa di un’inchiesta pubblicata l’8 maggio sull’affidamento di un incarico per la manutenzione del verde pubblico della città in provincia di Latina.

“Pasquale Pace– racconta Furlan a Ossigeno –  che è il marito di Anna Maria Correan, titolare della ditta “Lufe service”, assegnataria dell’incarico in questione, sabato sera mi ha fermato per strada proprio mentre aspettavo Adriano Pagano che oltre ad essere un  mio amico è l’autore dell’inchiesta “sotto accusa”. Pretendendo che Furlan gli fornisse l’indirizzo del collega, Pace  ha contestato il contenuto dell’articolo e parlando di Pagano – dice sempre Furlan – ha aggiunto: ”Io prima lo meno e poi lo denuncio, lo devo uccidere di botte: come si è permesso di fare il nome di mia moglie”.  “Io – aggiunge Furlan – ho cercato di mediare anche perché con Pace ci conosciamo da tempo e gli ho anche proposto che gli avrei fatto pubblicare un pezzo nel quale avrebbe potuto raccontare la sua versione dei fatti. Non è servito a nulla – prosegue – ha continuato, sempre urlando e con tono minaccioso, a dire che non gli importava e che voleva il numero di telefono e l’indirizzo del mio collega. Quando – per porre fine alla discussione e nel timore che l’arrivo di Pagano potesse aggravare la situazione – gli ho detto che non potevo dargli quelle informazioni, Pace ha buttato per terra il mio casco e dopo mi ha dato uno schiaffo sullo zigomo che mi è costato tre giorni di prognosi. C’è stato un ulteriore scambio di battute, io gli ho chiesto se era uscito fuori di testa e lui mi ha risposto ‘sì perché tu lo difendi’? Il tutto si è concluso quando la moglie è scesa dalla macchina di Pace da dove ha assistito a tutta la scena e lo ha convinto ad andare via: ‘ Ringrazia mia moglie – ha detto Pace andandosene – altrimenti ti finivo di botte’”. Il lunedì successivo Furlan ha presentato una denuncia di aggressione alla Polizia di Formia e a sua volta Pace ha presentato una denuncia per calunnia contro Furlan.

Dal canto suo Pagano è intervenuto con un commento sul giornale dicendosi preoccupato perché Lino Pace “ha continuato a chiedere in giro dove vivessi”. “Noi – dice Pagano – difendiamo il diritto all’informazione , a rendere cioè pubblico quanto accade sul territorio”.

Nell’articolo “incriminato”, si esprimevano alcune perplessita’ sulla regolarita’ dell’assegnazione dell’incarico della durata di un mese per un compenso di 16 mila euro. “Dalla visura alla Camera di Commercio risulta – afferma Furlan – che la ditta sia costituita da una sola persona”.

Anche Pasquale Pace su facebook ha preso posizione sostenendo che quanto affermato nell’articolo è falso e facendo i nomi delle persone che hanno ottenuto l’incarico. Insomma tutto regolare.

Prima di questo episodio Francesco Furlan è stato al centro di altri fatti non ultimo una denuncia ricevuta dal sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo, dalla quale Furlan è stato prosciolto l’anno scorso”.

COA

Da ossigenoinformazione.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE