Sei qui:  / Opinioni / Neppure il Manuale Cencelli basta più

Neppure il Manuale Cencelli basta più

 

Questa volta quasi tutti i quotidiani della penisola (ridotti ormai al venticinque per cento di lettori nella penisola rispetto al 75 degli italiani che si nutre soltanto di televisioni, ma questo non tutti lo sanno!)hanno dovuto dare notizia del sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Antonio Gentile, nominato  in quota Nuovo Centro Destra e accusato (a ragione- se si legge il sito del Giornale di Calabria in cui il  direttore Luciano Regolo denuncia la telefonata, in cui lo stampatore di quel giornale (Umberto De Rose) voleva convincere l’editore Alfredo Citrigno a bloccare la notizia sull’inchiesta in corso contro lo stesso Gentile .La presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi ha dichiarato:” Non si può dire che ci sia stato rigore nella nomina dei sottosegretari” e due parlamentari di cui mi sono sicuro di potermi fidare,cioè Alfredo D’Attorre e l’ex direttore di Rainews 24,Corradino Mineo, hanno fatto dichiarazioni precise.” La vicenda di Antonio  Gentile-ha detto D’Attorre  non mi sembra edificante e mi sembra inopportuna la sua permanenza al governo.”

Ora è chiaro che,se l’offensiva contro il neo sottosegretario ai Trasporti ha robuste ragioni che dipendono dalle testimonianze già acquisite e pubblicate dal sito del Giornale di Calabria e che sono confermate indirettamente da quel che ha detto ex presidente del Partito Democratico,Gianni Cuperlo:”Dei sottosegretari non mi occupo,grazie.Tra l’altro sta coppiando la guerra in Ucraina,che mi sembra un tema un pò più serio.” E Pippo Civati dice in sintesi quel che pensa gran parte degli iscritti e dei elettori del suo partito:”Questa legislatura si sta trasformando in una polveriera.” Se si ha modo di parlare con altri parlamentari del medesimo partito,impegnato nei prossimi giorni a discutere sulla legge elettorale,i commenti si collocano con sfumature diverse nella medesima direzione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE