Sei qui:  / Blog / Legge di stabilità. In Aula emendamenti contradditori

Legge di stabilità. In Aula emendamenti contradditori

 

di  Amerigo Rivieccio

Dal bonus bebé alle spiagge regalate

ROMA – Un colpo al cerchio e uno alla botte . Si susseguono le notizie sugli emendamenti  alla legge di stabilità che dovrebbe andare in aula domani. Ciò che si capisce è che manda un filo conduttore e che le modifiche di cui si parla non cambiano il segno di una legge così  come è stato posto in particolare  a partire da Cgil, Cisl, Uil, dalle  stesse organzzazi9oni degli imprenditori. Non pare ci sia la “ scossa” che serve per dare davvero centralità al lavoro. Gli emendamenti di cui si parla sono  nel segno della contraddizione. Vediamo seguendo le voci che si rincorrono.

Nuovi stadi potranno essere costruiti, ma, si dice,senza dare il via a fenomeni speculativi. Una sanatoria beneficerà invece i titolari di concessioni spiagge che potranno chiudere i contenziosi pagando il 30% delle somme dovute,facendo gridare allo scandalo Lega Ambiente. A far da contraltare   altri emendamenti dovrebbero riguardare garanzie per gli esodati, nuovi operai forestali  da  assumere per una spesa di 4,5 milioni di euro in tre anni., la esenzione per i titolari di piccoli conti correnti dal pagare una tassa, il  bonus bebè. Infine la mini Imu è stata spostata per il pagamento  dal 16  al 24 gennaio

Stop al bollo per i piccoli conti correnti

Verrebbe eliminato il bollo fisso di 34,2 euro annui sui conti correnti e conti titoli con giacenze medie sotto i 17.000 euro. Una semplificazione utile per i miniconti correnti.

Forestali a tempo determinato. 4,5 milioni di euro

La commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento che stanzia 1 milione e mezzo di euro annui per l’assunzione presso il Corpo forestale dello Stato di personale operaio a tempo determinato, dal 2014 al 2016.

Bonus bebè. 30 milioni per i residenti a basso reddito

Torna il bonus bebè, nella versione 2014 prevede uno stanziamento per nuovi nati e bimbi adottati per l’anno 2014 di circa 30 milioni di euro le cui risorse saranno destinate alle famiglie residenti a basso reddito.

Mini Imu. Adesso è al 24 gennaio

Viene spostato dal 16 gennaio al 24 gennaio il termine per il pagamento della mini-rata Imu sulla prima casa.i n tutti quei comuni che hanno aumentato la tassa sugli immobili.

Bankitalia. Quote rivalutate ma tassate al 12 per cento

La rivalutazione delle quote del capitale della Banca d’Italia detenute dalle istituzioni bancarie partecipanti sarà assoggettata all’imposta sostitutiva del 12%. L’emendamento è del Governo. Tre anni per il versamento ma senza interessi, il versamento verrà infatti effettuato in “tre rate annuali di pari importo, senza pagamento di interessi” con la prima rata a primavera prossima.

Legambiente. Le spiagge non più vendute ma regalate

I nfine l’emendamento che ha fatto gridare allo scandalo. Lo riferisce Lega Ambiente le spiagge “non più vendute” ma ormai “regalate con “Babbo Natale Letta che porta il condono sui canoni di concessione”. Secondo Legambiente “Sara’ un bel Natale questo del 2013 per i gestori delle spiagge italiane. Se è svanita infatti la possibilità di acquistare le aree demaniali, il Babbo Natale del governo Letta non delude i concessionari e concede un sostanzioso condono sui canoni di concessione, così chi non aveva pagato fino ad oggi, se la caverà pagando solo il 30% subito, oppure il 70% rateizzato”.

Per Legambiente “Questo condono e’ uno scandalo” sottolineando come nel nostro Paese “nel 2012 sono stati incassati dallo Stato appena 102 milioni di euro dai canoni demaniali a fronte di un fatturato da parte delle circa 30.000 imprese balneari che si aggira intorno ai 10 miliardi di euro”.

 Da dazebao.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE