Sei qui:  / News / Pakistan. Fugge per risposarsi, uccisa assieme a zia e cugina

Pakistan. Fugge per risposarsi, uccisa assieme a zia e cugina

 

Una donna accusata di essere scappata dal marito per risposarsi è stata uccisa assieme alla zia e alla cugina che l’avevano aiutata: il triplo femminicidio, che alcuni definiscono “delitto d’onore”, è avvenuto a Jawaki, piccolo paese situato tra Peshawar e Kohat, nel nord-ovest del Pakistan, vicino alla frontiera afgana.
La moglie, 22 anni, originaria di Karachi, nel sud, si era sposata due anni fa con un commerciante locale prima di tornare a casa nella primavera scorsa con l’aiuto di una zia e di una cugina, secondo il racconto di un alto responsabile locale. A Karachi, la giovane donna aveva incontrato un altro uomo, che aveva seguito a Swat, vallata nel nord-ovest del paese. Il clan dell’uomo abbandonato l’ha ritrovata e il consiglio tribale di Jawaki, o jirga, si è occupato della questione e ha riunito le due famiglie. Il consiglio tribale ha ordinato domenica l’uccisione delle tre donne e i familiari le hanno ammazzate e sepolte oggi, secondo il responsabile. “E’ un orribile caso di delitto d’onore, regolato dalla giustizia tribale in un settore dove il codice penale pachistano non è rispettato”, ha spiegato
il responsabile sotto condizione di anonimato.
In Pakistan, paese dove i matrimoni sono solitamente combinati, circa mille donne o adolescenti sono state uccise nel 2011 per avere “disonorato” la loro famiglia, secondo i dati forniti dalla Commissione nazionale per i diritti umani.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE