Sei qui:  / Blog / Umm El Dunya, prego per te

Umm El Dunya, prego per te

 

Troppe parole. Ci sono troppe parole sull’Egitto. Troppe parole e poche immagini.

Articolo di: Paola Caridi – invisiblearabs.com

Troppe parole. Ci sono troppe parole sull’Egitto. Troppe parole e poche immagini. Le parole dei tanti che usano termini politologici (o politici, piuttosto?) svuotandoli del loro significato primario. Rivoluzione, colpo di stato, regime, terrorismo… Troppe parole sbagliate, che nascondono altre parole. Per esempio: Massacro. Abuso dei diritti umani. Repressione. Stravolgimento di strumenti istituzionali come i tribunali, la macchina della giustizia, il potere esecutivo. E, soprattutto, un termine che descrive ciò che è cominciato oggi al Cairo, con la strage a opera di militari, forze di sicurezza, polizia e baltageyya nello ‘sgombero’ (sgombero? Ho sentito persino questa parola per spiegare un massacro in piena regola) di Rabaa El Adaweya: guerra civile… leggi tutto su perlapace.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE