Sei qui:  / News / Appello per ratificare la Convenzione europea sulla cooperazione in materia giudiziaria e penale del maggio 2000

Appello per ratificare la Convenzione europea sulla cooperazione in materia giudiziaria e penale del maggio 2000

 

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Ai Ministri degli Esteri e della Giustizia
Ai Presidenti di Camera e Senato

Ratificare la Convenzione europea sulla cooperazione giudiziaria del maggio 2000

Il nostro paese non ha ancora ratificato la convenzione europea in materia giudiziaria del maggio 2000, come altri numerosi strumenti normativi internazionali in materia penale.
E’ un fatto incredibile se si pensa a quante normative europee circondano e condizionano la nostra vita economica e politica. E’ un fatto inaccettabile perché compromette la credibilità e l’immagine del Paese nell’ambito dei piu’ importanti consessi internazionali ed europei (O.N.U., Consiglio d’Europa, U.E.).
Ma è soprattutto una situazione pericolosa perché danneggia la stessa nostra capacità investigativa nel contrastare le emergenti forme di una criminalità organizzata ormai di dimensione “transnazionale”, se non, addirittura, “globale”(terrorismo internazionale, riciclaggio, criminalità economico – finanziaria, tratta degli esseri umani, ecc.).
Lo stesso Presidente del Parlamento Europeo Martin Schultz ha risposto all’Associazione dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica e ai parlamentari italiani (Caronna, Cofferati, Sassoli),
che avevano richiesto collaborazione alle indagini della Procura di Roma sulla Strage di Ustica risponde, pur condividendo lo spirito della richiesta,
affermando che l’Italia, proprio per la mancata ratifica, non può chiedere e ottenere una collaborazione Europea.
In occasione del XXXIII anniversario della strage di Ustica abbiamo ribadito che non sono necessari per raggiungere la verità straordinari interventi ma è determinante e decisivo che ogni Istituzione dello Stato svolga fino in fondo e responsabilmente il suo ruolo nel rispetto delle leggi.
E dunque sempre più si deve affermare che non è accettabile, in un percorso di verità e giustizia e di difesa delle vittime, che Governi e Parlamenti non ratifichino convenzioni internazionali riguardanti materie tanto cruciali e importanti

Associazione dei Parenti della Vittime della Strage di Ustica
Articolo21

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE