Sei qui:  / Opinioni / Mamma pappa cacca

Mamma pappa cacca

 

La riforma delle legge elettorale va fatta adesso.
Lo ripete il Presidente del Senato Pietro Grasso, rompendo così il tentativo di annegarla sotto le futuribili riforme costituzionali.
E facendosi  portavoce di una quote rilevante di elettorato,  oltraggiato dalla sottrazione di sovranità provocata dal porcellum.  Tornare al Mattarellum diventa così la strada non ideale, ma l’unica praticabile per ripartire da dove si era persa la via della rappresentanza, per ritrovarla.

Chiediamo a tutte le forze politiche di ascoltare l’invito del Presidente Grasso.
E a non insultare i cittadini dicendo che tanto “gli Italiani hanno altro a cui pensare”.
Sappiano i politici che non siamo sudditi “mamma-pappa-cacca”, attenti solo ai bisogni primari.
Ma siamo cittadini gelosi del nostro diritto di rappresentanza.
Perché sappiamo che per uscire dalla crisi economica, occorre uscire dalla crisi di rappresentanza.
Senza un Parlamento “costituzionale”, manca la democrazia delle soluzioni.
Cioè una ripresa nella giustizia sociale, che rinforzi la responsabilità di ognuno e coesione di tutti.
Ma per riavere il diritto di rappresentanza dobbiamo lottare.
Perché l’oligarchia quando toglie un diritto, non lo restituisce mai.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE