Sei qui:  / Opinioni / “Siamo tutti greci”. Facciamo qualcosa di concreto

“Siamo tutti greci”. Facciamo qualcosa di concreto

 

E’ arrivato il momento di fare qualcosa di concreto per i nostri “compatrioti” greci strangolati economicamente da una Europa ottusa e arcigna. Non c’e’ piu’ tempo di discussioni e prese di posizioni, per quanto giuste e sacrosante siano, ora e’ il momento di far emergere un aiuto concreto alle popolazioni elleniche che stanno soffrendo come non si ricordava dalla fine della seconda guerra mondiale.  Con l’amico Vassilios Savvas, che e’ stato l’ispiratore della pagina (facebook, ndr) con la sua lettera appello sul dramma della Grecia, ho pensato che un gesto di solidarieta’ si potesse realizzare offrendo aiuto ad una associazione di Atene “kivotos tou kosmou” gestita da 14 anni da un giovane prete, Antonios Papanikolaus, in aiuto a ragazzi sbandati e abbandonati dalle famiglie in questo momento di crisi drammatica.
Credo che possa essere un gesto di solidarieta’. Fate girare questo appello sul web.

______________

Volevo un altra volta ringraziare Renzo e tutti gli amici dall’ Italia che da mesi sostengono con varie azioni il popolo greco. Siamo da giorni in contatto con l’organizzazione «Kivotos tu kosmu» “Arca del mondo” e siamo convinti che in questo momento di grossi problemi per la società greca, in un periodo in quale lo spettro della povertà e della fame è riapparso,organizzazioni come la «Kivotos» offrono veramente un aiuto serio e concreto a persone con seri problemi di sopravivenza.  Se non ci fosse la «Kivotos», padre Antonio con i suoi sostenitori volontari, molte giovani vite non avrebbero avuto la possibilità di sopravivere. 
Come primo passo d’approccio riporto qui l’indirizzo web di questa organizzazione premiata piu volte per il lavoro volontario offerto, dall’ UNESCO, l’accademia di Atene, la presidenza della Repubblica Ellenica. In Italia è stato premiato l’anno scorso il giovane prete fondatore di Kivotos, padre Antonios con il premio internazionale “Giuseppe Sciacca”. 
Kivotos esiste, solo perché esistono i volontari che la sostengono offrendo lavoro,il loro tempo libero e donazioni( soldi, generi alimentari ecc).  Sto preparando una pagina in italiano che caricherò oggi o domani su di un Blog o su Fb, in quale potremo vedere quali sono i servizi che la Kivotos offre a bambini, ragazze madri e gente giovane in grosse difficoltà. Parleremo anche dei modi con quali potremo aiutare.
A presto. Vassilios

http://kivotostoukosmou.org/kivotos/content/view/12/28/lang,en

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE