Patrizia Aldrovandi: oggi a Ferrara sit in degli amici di Federico. Sia ritrasmesso il film “E’ stato morto un ragazzo”

0 0

“Vi aspetto tutte e tutti domani a Ferrara, in piazza Savonarola per il sit in promosso dagli amici di Federico…”, così ci ha accolto Patrizia Moretti Aldrovandi alla quale abbiamo portato la solidarietà di articolo 21 e di quanti hanno manifestato rabbia e sdegno per lo squallido episodio di ieri e che non può trovare forma di comprensione e giustificazione alcuna.

Patrizia, come sempre, non cova sentimenti di vendetta, vorrebbe solo che simili episodi non si ripetessero mai più, né a Ferrara, né altrove, anzi é preoccupata perché teme che possano essere archiviati o finire in prescrizione altri casi di “Morti senza giustizia” da Giuseppe Uva a Stefano Cucchi a Michele Ferrulli.
A Patrizia abbiamo chiesto se, alla manifestazione per Federico, saranno presenti anche uomini in divisa, il questore di Ferrara, le Autoritá cittadine: “Lo spero, ci ha detto, comunque da ieri mi sono arrivate lettere e telefonate di poliziotti e carabinieri che hanno solidarizzato con me, che hanno espresso un dissenso netto dalla manifestazione di ieri. Tra questi voglio ringraziare l’ex questore di Ferrara, Longo, attualmente a Catania, che ha sempre seguito con attenzione le vicende legate alla morte di Federico”.

Articolo 21 condivide questo appello e si augura che in piazza Savonarola possano davvero essere presenti e visibili Autorità nazionali e locali, rappresentanti dei corpi di polizia, magari con la Costituzione in mano, affinché sia chiaro a tutti che nell’Italia repubblicana non possono essere consentite ad alcuno né marce contro i tribunali, né manifestazioni contro i familiari di una vittima, per di più dopo una sentenza di condanna.

Insieme con Patrizia Aldrovandi continuiamo a pensare che il modo migliore per ricordare Federico e per non cancellare la sua vicenda sia quello di ritrasmettere il film “E’ stato morto un ragazzo”, di Filippo Vendemmiati e Marino Cancellari, che tanto ha contribuito, insieme ad altre testimonianze, ad impedire che questa vergognosa pagina di storia italiana terminasse nello scantinato di qualche palazzo di giustizia.

5 thoughts on “Patrizia Aldrovandi: oggi a Ferrara sit in degli amici di Federico. Sia ritrasmesso il film “E’ stato morto un ragazzo”

  1. Un abbraccio forte a una mamma coraggiosa a cui quattro CONDANNATI hanno tolto per sempre l’affetto di un figlio. E per quelli che hanno manifestato ieri spero ci siano delle punizioni. Ne suggerisco una: mandateli a fare i bulli a catania, palermo scampia. Allora si che la cresta gli si abbassa!!!!!!

  2. alla luce della stupida, puerile, ingiustificabile ed inqualificabile manifestazione di pochi (fortunatamente)individui che hanno messo in atto una vera e propria pagliacciata intrisa di insensibilita’ ed assenza totale di decoro, volevo esprimere, la mia totale solidarieta’ e vicinanza alla signora patrizia. Lo faccio da appartenente alla polizia di stato, ma soprattutto da padre di due figli. Tengo a sottolineare e sono certo, che quei pochi individui(non li chiamo colleghi) non rappresentano la stragrande maggioranza degli appartenenti alla polizia di stato, che svolgono il proprio lavoro nel pieno rispetto delle regole e delle leggi, anche spesso a costo della vita. E’ assolutamente, ripeto, inqualificabile ed ingiustificabile L’atteggiamento attuato da uno sparuto gruppo di individui che ha offeso una madre e offende e macchia anche chi indossa la divisa con orgoglio, nel pieno rispetto delle leggi, regole e persone. saluto con profondo rispetto e stima.Da parte mia invio anche le mie scuse alla mamma e al papa’ del ragazzo

  3. Solidarietà alla sign.a Patrizia. Spero che tutte le forze dell’ordine siano, soprattutto in cuor loro, solidali con la signora Patrizia. I rappresentati del COISP e chi di loro ha manifestato, si dovrebbero vergognare, per una manifestazione così becera, degradante e sguaiata. Non è con queste manifestazioni….. dal vago sapore cileno….per qualcuno di loro, capisco, può solo essere un complimento, che si fanno gli interessi di polizia e carabinieri, anzi accresce semmai la diffidenza verso le forze dell’ordine. Non si sottolinea a sufficienza la presenza dell’ ex (forse non a caso…) eurodeputato PDL e poi FLI alla manifestazione del “vergognoso” sindacato, inoltre, mi chiedo, ma qualcuno avrà pur dato il permesso di quella, chiamiamola, manifestazione, nessuno sapeva? Per gli “altri nomi” che aspettano giustizia, Giuseppe Uva, Stefano Cucchi e Michele Ferrulli….Il sign.r Maccani, che si dovrebbe solo vergognare, se una coscienza l’avesse, dovrebbe chiedere solo chiarezza, proprio per l’onorabilità della polizia, ed accetti, come uomo delle istituzioni, che si è dimostrato NON essere, le sentenze!!….Ma ultimamente, pare che se una sentenza non ti piace, va bene non rispettarla come tale. Povera Italia e povera democrazie……

  4. tutta la mia solidarieta’alla famiglia aldrovandi e l’augurio che le forze dell’ordine,composte da tanta gente in gamba,isolino queste mele marce senza onore che dovrebbero solo vergognarsi.

  5. L’arroganza di certe persone e’ pari solo alla loro stupidita’.Posso anche comprendere quei 4 texas ranger mancati, poiche’ li giudico solo esaltati (per non dir di peggio),ma il megalomane “eurodeputato” che ha la sfrontatezza davanti ad un Sindaco responsabile di dire che lui rappresenta addirittura l’Europa, questo proprio no. Quel personaggio e’ pericoloso e a mio parere usa metodi mafiosi per intimidire chi non la pensa come lui. Chi di dovere dovrebbe prendere provvedimenti.

Comments are closed.