Sei qui:  / Articoli / Interni / Oggi si vota nel mondo e in Italia

Oggi si vota nel mondo e in Italia

 

Si vota in Siria, in Grecia, in Francia, in Serbia, in Italia, situazioni diverse, ma tutte interessanti per noi ,che non siamo abituati a rimirare solo la punta delle nostre scarpe e a considerarci l’ombelico del mondo. Seguiremo,  con particolare attenzione, le elezioni in Francia,non perchè le altre contino meno, ma perchè è in quella terra che potrá subire una battuta d’arresto l’idea del direttorio franco tedesco che  ha dettato, sino ad oggi, le condizioni a tutti gli altri.La possibile vittoria di Hollande, qualunque sia il giudizio sulla persona,avrà  comunque un effetto liberatorio rispetto ad una Europa che, nell’ultimo decennio, ha conosciuto il dominio quasi incontrastato di una destra liberista, spesso imparentata con i peggiori movimenti xenofobi e razzisti, vedi la stessa esperienza dei governi Berlusconi Bossi.

Che piaccia o no, la eventuale vittoria di Hollande avrá anche l’effetto di rilanciare la contrapposizione tra conservatori e progressisiti, senza la quale la politica consegna la propria funzione alle oligarchie trasversali che hanno ormai assunto il comando delle principali istituzioni bancarie e finanziarie, sino al punto di mettere al posto della ” Centralità della persona” la “Centralità della moneta”.

Per queste stesse ragioni comprendiamo, ma non condividiamo gli appelli all’astensionismo in Italia.

Votate per chi vi pare, ma non delegate ad altri.

Possiamo dire solo per chi non votare:

Non  votate quelli che hanno chiesto i voti alle mafie,

Non votate quelli che ridevano quando venivano approvate le leggi bavaglio,

Non votate quelli che hanno fatto finta di credere alla favola  della nipote di Mubarak,

Non votate quelli che dicono sempre ” A mia insaputa”
Non votate quelli che alimentano razzismo, intolleranza, odio per le diversità,

Non votate quelli che vorrebbero abrogare il 25 aprile e il primo maggio e magari pure la Costiruzione,

Non votate chi vorrebbe sempre “oscurare” le idee e i temi che non gli piacciono.

Per il resto fate come vi pare, ma non regalate a nessuno quel voto che è stato riconquistato con grande dolore e fatica.

Prima di dare un eventuale voto di preferenza informatevi, studiate le biografie, non  regalate niente a nessuno.

Molti degli inquisiti di oggi sono stati acclamati ieri, anche da chi oggi finge di dimenticare e talvolta si traveste persino da ” Indignato Speciale”.

Sulla Siria troverete analisi e commenti  nel sito Il Mondo di Annibale che , ogni giorno, ci regala analisi e commenti mai banali, esaltando sempre e comunque chi, ovunque, si batte per i diritti umani e per affermare  il principio di laicità laddove tendono a prevalere integralismi, teocrazie, interessi di classe travestiti dalle più diverse forme di pensiero unico, omologato ed omologante.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE