“Pensa 2040: cultura e cittadinanza attiva come strumento chiave di lotta alle mafie”: il 26 marzo, online

0 0

Cultura e cittadinanza attiva come strumento chiave di lotta alla criminalità organizzata: sarà questo il tema del primo incontro del percorso ‘Pensa 2040’ che si svolgerà il prossimo 26 marzo a Firenze, trasmesso, dalla Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, in diretta streaming sul Corriere.it, e sui canali dei partner promotori dell’iniziativa.

L’iniziativa, promossa da Avviso Pubblico, Crisi Come Opportunità, Biennale Democrazia, Fondazione Giancarlo Siani Onlus e Italia che Cambia, in collaborazione con il Comune di Firenze, il patrocinio di ANCI e con il sostegno di Intesa Sanpaolo, vedrà la partecipazione di autorevoli attori istituzionali come il Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho e il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, oltre che la presenza di diversi amministratori locali, destinatari principali di questa prima giornata.

“Per poter definitivamente sconfiggere le mafie la cultura è lo strumento più efficace – ha dichiarato il Procuratore de Raho commentando l’iniziativa – Al di là della specializzata azione repressiva portata avanti da ciascun Paese con i migliori uomini e oltre ad una legislazione adeguata e ad una forte collaborazione di polizia e cooperazione giudiziaria, occorre la forte presa di coscienza della società civile, che sia realmente proiettata verso il cambiamento”. 

Ed è proprio questo il senso di Pensa 2040: analizzare il tema della prevenzione e del contrasto alle mafie e alla corruzione con la consapevolezza che la lotta alla criminalità organizzata richiede da una parte un’opera di prevenzione culturale costante e dall’altra la presa di coscienza da parte delle comunità territoriali. Per questo il coinvolgimento degli amministratori locali è di fondamentale importanza.

L’obiettivo di questo primo incontro è quello di dar vita ad un piano di azione a lungo termine, avviando un percorso partecipato di conoscenza e di confronto, tra associazioni culturali e amministratori locali per creare una rete di scambio di buone pratiche tra il mondo del Terzo settore e quello delle Istituzioni.

L’iniziativa, fortemente voluta dalla Città di Firenze e sostenuta da Intesa Sanpaolo, rappresenta soltanto l’inizio di un percorso che avrà una tappa nazionale successiva, a Torino, nel mese di Ottobre 2021, in occasione di ‘Biennale Democrazia’, manifestazione della Città di Torino, realizzata da Fondazione per la Cultura Torino.

A questo link il programma completo dell’evento:

https://www.pensa2040.org/programma.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.