Sei qui:  / Articoli / Migrazioni / 3 ottobre. “P(r)onti per l’Accoglienza”: a Lampedusa per costruire il cambiamento insieme ai giovani

3 ottobre. “P(r)onti per l’Accoglienza”: a Lampedusa per costruire il cambiamento insieme ai giovani

 

Oltre 200 studenti, più di 60 scuole coinvolte, provenienti da circa 20 Paesi europei. Quattro giorni ricchi di appuntamenti tra workshop, dibattiti, visite guidate, mostre, spettacoli e concerti con artisti internazionali.

Il 3 ottobre, in occasione della Giornata della Memoria e dell’Accoglienza, si terrà la consueta marcia da Piazza Castello verso la Porta d’Europa, in ricordo delle vittime del Mediterraneo, che coinvolgerà le istituzioni, i superstiti del naufragio, i familiari delle vittime, gli studenti e la comunità locale. La giornata si concluderà con l’evento finale del progetto DIMMI Storie da sfogliare, svolto nell’ambito del progetto nazionale DIMMI di Storie Migranti, finanziato dall‘Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

Sarà dato spazio anche a teatro e musica, da sempre un ponte tra culture. Saliranno sul palco l’artista italo-francese Sandro Joyeux, la cantante senegalese camerunense, Madya Diebate, e il cantautore italiano Francesco Motta, sull’isola insieme ad Amnesty International.

All’iniziativa aderiscono Rai-Radiotelevisione Italiana come Media partner, l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, l’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR), Amnesty International, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), Medici Senza Frontiere, Save The Children, COSPE Onlus, Scuola Superiore Sant’Anna, Centro Astalli, GenerAzione Ponte, il Circolo Legambiente Lampedusa Esther Ada, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta.

Questa edizione della Giornata della Memoria e dell’Accoglienza è legata alla campagna di sensibilizzazione #siamosullastessabarca, volta ad informare correttamente sulle tematiche migratorie e favorire la partecipazione attiva dell’opinione pubblica e in particolare modo delle nuove generazioni, al fine di stimolarle a diventare il motore di un cambiamento duraturo, attraverso il dialogo e la condivisione con l’altro.

Il Comitato Tre Ottobre – Il Comitato Tre Ottobre è nato in seguito al naufragio del 3 ottobre 2013 con l’obiettivo di far riconoscere tale data quale “Giornata della Memoria e dell’Accoglienza”. Oggi, lavora per costruire memoria e integrazione organizzando attività di sensibilizzazione nelle scuole italiane ed Europee. Dal 2014, sono stati coinvolti più di 30.000 studenti provenienti da 150 scuole di 13 diversi Paesi dell’Unione Europea; 800 i giovani che hanno visitato Lampedusa durante le varie edizioni della Giornata della Memoria e dell’Accoglienza, per partecipare a workshop e dibattiti e commemorare le vittime delle migrazioni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE