Sei qui:  / Blog / Sgombero ex Penicillina. Campidoglio: “Al lavoro per garantire accoglienza”

Sgombero ex Penicillina. Campidoglio: “Al lavoro per garantire accoglienza”

 

Concluse le operazioni di sgombero a Roma in via Tiburtina. L’area, che e’ stata riaffidata ai proprietari; 35 le persone accompagnate presso l’Ufficio immigrazione. Baldassarre: “Colloqui e proposte a tutte le persone aventi diritto, per costruire percorsi di autonomia”

ROMA –  Concluse le operazioni di sgombero a Roma in via Tiburtina 1040 presso il sito industriale dismesso ex Penicillina. L’area, che e’ stata riaffidata ai proprietari, sara’ vigilata dalle forze dell’ordine al fine di scongiurare eventuali tentativi di occupazione. Sono 35 le persone accompagnate presso l’Ufficio Immigrazione per l’identificazione e per la valutazione della loro posizione sul territorio nazionale.

Stamattina l’intervento di Polizia e Carabinieri, che ha richiesto la chiusura della strada  in direzione Grande raccordo anulare. Mentre gli agenti del reparto Mobile erano all’interno del palazzo, molti i migranti con bagaglio alla mano  si aggiravano nella zona. Secondo quanto riferito anche da uno di loro infatti, alcuni, saputo dello sgombero imminente, hanno deciso di abbandonare lo stabile occupato gia’ dalle prime ore dell’alba o in alcuni casi anche nei giorni scorsi. Gli occupanti che ancora si trovavano all’interno della struttura sono stati accompagnati negli uffici della Questura per procedere con l’identificazione. Gli occupanti fino ad alcuni mesi fa, per loro stessa ammissione, erano circa 600.  Tra loro anche alcuni italiani. “Sono andati tutti via nei giorni scorsi” ha raccontato questa mattina Diob un ragazzo senegalese che stamane all’alba si trovava all’esterno della struttura al civico 1040 di via Tiburtina.

In una nota il Comune di Roma fa sapere che “il percorso per garantire l’accoglienza delle persone presenti presso l’immobile dell’ex Penicillina si e’ sviluppato negli ultimi mesi grazie a un lavoro integrato tra i vari livelli istituzionali e le associazioni che operano sul territorio. Un lavoro che ha consentito di incrociare i dati e le informazioni, assicurando la mappatura delle persone in condizione di maggiore fragilita’ e vulnerabilita’”. “Il censimento effettuato dal Municipio 4, con il coinvolgimento del Dipartimento politiche sociali, come previsto dal protocollo siglato tra Roma Capitale e Prefettura, ha rilevato 157 persone presso la struttura. Nei giorni scorsi in seguito… continua su redattoresociale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE