Sei qui:  / News / Associazione Antimafia NOI: “Continueremo a tenere alta l’attenzione al problema della sicurezza e della protezione di tutti i giornalisti”

Associazione Antimafia NOI: “Continueremo a tenere alta l’attenzione al problema della sicurezza e della protezione di tutti i giornalisti”

 

Questa mattina, ignoti hanno cosparso di benzina l’ingresso dell’abitazione del giornalista Federico Ruffo. L’Associazione Antimafia NOI, nasce come scorta civica per i giornalisti, e non può non esprimere la propria solidarietà e vicinanza. Il presidente Massimiliano Vender condanna l’accaduto: “Lo abbiamo denunciato ieri durante il Flashmob #GIÙLEMANIDALL’INFORMAZIONE organizzato dalla Federazione Nazionale della Stampa, le parole utilizzate dal Governo sono le stesse che utilizza la Mafia. Minacciare di censurare la libera informazione porta inevitabilmente a questo tipo di reazioni e di gesti vili e intollerabili nei confronti dei giornalisti e delle giornaliste che lottano in prima linea per l’informazione. Invece di stilare liste di proscrizione il Governo rispetti l’articolo 21 e tuteli i diritti sanciti dalla nostra Costituzione! L’inviato di Report FEDERICO RUFFO è stato vittima di un attentato incendiario fortunatamente non riuscito. Lunedì notte alcune persone hanno tentato di incendiare la sua abitazione a Ostia. NOI esprime tutta la sua solidarietà al giornalista e alla sua famiglia e continueremo a tenere alta l’attenzione al problema della sicurezza e della protezione di tutti i giornalisti che attraverso le loro inchieste difendono la libertà di tutti noi.”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

1 COMMENTO

  • Roberto

    Sul caso specifico silenzio dei giornaloni posseduti / venduti alla famiglia alla famiglia di Torino. Solo Rai 3 un accenno fugace. Silenzio omertoso di odg e fnsi. I giornalisti usigrai hanno espresso solidarietà ad una collega barese per un fatto di mesi fa (giusto, per carità ) ma non un fiato su Ruffo. Indegni. Non un lancio di agenzia. Infami ! Qualche accenno solo su testate sportive di serie zeta.

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.