Sei qui:  / Articoli / Culture / La Pellicola d’Oro” tra i premi collaterali della 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica de La Biennale di Venezia

La Pellicola d’Oro” tra i premi collaterali della 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica de La Biennale di Venezia

 

Per la prima volta in 74 anni, nella Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia si premiano i mestieri e gli artigiani del cinema. Per la prima Edizione 2017 “La Pellicola d’Oro” premierà il “Migliore direttore di Produzione Film Italiano in concorso alla Biennale di Venezia”, il “Migliore direttore di Produzione Film Internazionale in concorso alla Biennale di Venezia” e un artigiano che ha collaborato in uno dei film italiano in concorso. I riconoscimenti de “La Pellicola d’Oro”, saranno consegnati venerdì 8 settembre alle ore 11:00 presso lo Spazio Italian Pavilion, Anica / Luce Cinecittà – sala Tropicana presso l’Hotel Excelsior al Lido di Venezia.

Il prestigioso premio cinematografico è promosso ed organizzato dall’Ass.ne Cult.le “Articolo 9 Cultura e Spettacolo” e dalla “Sas Cinema” di cui è Presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis. Il Comitato d’Onore che decreterà i vincitori è formato dal Presidente di giuria Francesco Martino de Carles (produttore esecutivo) e dai giurati Paolo Masini (Mibact), Maurizio Amati (Produttore), Gianluca Leurini (Produttore Esecutivo), Fabio Benigni (Presidente AS.For.Cinema) e lo stesso Enzo De Camillis.

La Pellicola d’Oro” è un riconoscimento, giunto alla sua VIII^ edizione in Italia, che ha come obiettivo portare alla ribalta quei “mestieri” il cui ruolo è fondamentale per la realizzazione di un film ma che, allo stesso tempo, sono poco sconosciuti o non correttamente valutati dal pubblico che frequenta le sale cinematografiche o guarda i film sui canali televisivi. Accanto a questi riconoscimenti però, non mancano premi speciali che vengono assegnati ad altri esponenti del cinema, dello spettacolo e della cultura, che si sono particolarmente distinti nella loro carriera anche in relazione al positivo rapporto instaurato con le maestranze, tecnici e artigiani che operano sul set.

Tra coloro che in questi anni in Italia hanno ricevuto tali riconoscimenti, ricordiamo; Manolo Bolognini, Giancarlo Giannini; Roberto Perpignani, Ugo Gregoretti; Ettore Scola; la RAI per i suoi 60anni, Terence Hill, Leo Gullotta, Marco Giallini, Maria Pia Calzone, Valerio Mastandrea, Micaela Ramazzotti, Ennio Fantastichini, Stefano Accorsi, Giuliano Montaldo.

Per questo motivo, il Premio “La Pellicola d’Oro”, annovera significativi patrocini istituzionali e di associazioni che operano nel campo cinematografico: l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana; il MiBaC Direzione Cinema; l’As.for. Cinema, l’ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici); l’AGIS (Associazione Generale italiana Spettacolo; il Centro Sperimentale di Cinematografia e la Fitel.

Il premio nel 2016 ha varcato le frontiere riconoscendo i tecnici portoghesi a Lisbona e i tecnici bulgari a Sofia.

L’ingresso al Palmarès della Pellicola d’Oro tra i premi collaterali alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica segna un importante traguardo per far conoscere al pubblico un premio dedicato a chi fa il cinema dietro le quinte. E ai giovani studenti per ill’ustrare professioni indispensabili per il nostro “Made in Italy”

I Films italiani in concorso: “Ammore e Malavita” dei Manetti Bros – “Hannah” di Andrea Pallaoro – “Una famiglia” di Sebastiano Riso – “The Leisure Seeker” di Paolo Virzì.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE