Sei qui:  / News / Caso Noemi Durini. Fnsi-Usigrai: “Da “Chi l’ha visto” pessima pagina di giornalismo”

Caso Noemi Durini. Fnsi-Usigrai: “Da “Chi l’ha visto” pessima pagina di giornalismo”

 

 «La decisione dell’inviata della trasmissione Rai “Chi l’ha visto” di comunicare ai genitori del presunto assassino di Noemi Durini la notizia della morte della ragazza e della confessione del ragazzo e la successiva  messa in onda di immagini che ne mostravano lo strazio e la disperazione rappresentano una pagina di pessimo giornalismo e un tentativo crudele di spettacolarizzare una tragedia. C’è da augurarsi che la Rai e la conduttrice del programma, con la sensibilità e la professionalità che la contraddistinguono, trovino il coraggio di chiedere scusa alle persone coinvolte e ai telespettatori». Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi, e il segretario dell’Usigrai, Vittorio Di Trapani.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE