Sei qui:  / News / “Vittime del Silenzio”. Casalgrande (RE), 6 maggio

“Vittime del Silenzio”. Casalgrande (RE), 6 maggio

 

Vittime del Silenzio è un progetto/spettacolo “leggere per…ballare®” per il teatro ragazzi che affronta il tema  della violenza nei confronti delle donne. Nel caso specifico si tratta di donne che fanno parte di “testi classici e contemporanei dove la violenza nei loro riguardi appare  invisibile, invisibilità che si accompagna di solito a una scarsa documentazione storica, a una cancellazione del soggetto  femminile che già di per sé è violenza”.

Lo spettacolo è un incrocio tra due arti: in particolare  la musica e la danza e vuole avviare una lettura critica  di alcuni testi de La Divina Comedia, I promessi Sposi, Otello, I miserabili, La Ciociara e altri. Danzano cica 100 ragazzi/e che con la danza intendono gridare il loro desiderio di libertà, dove i gesti, le espressioni, i passi sono simbolicamente pesanti e vorremmo dire pensanti”. Gli spettatori rivivono “le emozioni di testi noti accompagnati dalla suggestione fisica, corporea di un’opportunità di cambiamento che attraversa tutto lo spettacolo a partire dalla dichiarazione iniziale che cita la Convenzione di Istanbul e finisce con le donne che si sollevano e danzano la libertà”.

Regia Arturo Cannistrà
Progetto Culturale Bianca Belvederi Bonino
Voci recitanti Elina Nanni- Enrico Vagnini
Filato delle musiche scelte da Alessandro Baldrati

____________________________________________

Rosanna Pasi è stata insegnante di lettere, consigliera comunale e membro del Consiglio di Amministrazione di ATER, un ente regionale dello spettacolo della regione Emilia Romagna. Durante gli anni dell’università è stata folgorata letteralmente dal teatro come luogo di grande e intensa partecipazione e dai linguaggi performativi. Durante la sua attività di insegnante e il suo mandato in Ater, ha visto che nel teatro ragazzi mancava la danza. E’ nato così il progetto Leggere per… ballare

Leggere per…ballare è un percorso culturale ed artistico che vuole inserire lo spettacolo di danza nel cartellone del teatro ragazzi.

LpB parte dal concetto del lavoro in rete così articolato:
rete delle scuole di danza di un territorio, e rete tra luoghi e attività della formazione dei giovani sempre pensate separate (intendendo per luoghi: la scuola istituzionale, la scuola di danza, e per attività: la musica, la danza e la lettura)
Quindi LpB è uno spettacolo di danza sempre ispirato ad un libro condiviso coi docenti della scuola istituzionale che ne inseriranno la lettura nella loro programmazione curriculare. A teatro avviene l’incontro tra il linguaggio verbale e i linguaggi visivi.
Alle scuole viene sottoposto un libro che ogni istituzione affronta con le proprie attività: la scuola istituzionale utilizzando la lettura e la scuola di danza utilizzando appunto la danza. I libri oggetto dei progetti sono vari: Pinocchio di C.Collodi, Il Piccolo Principe di A.S.Exupery, La Sirenetta di H C.Andersen…

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE