Appello per il poeta Ashraf Fayadh, condannato a morte in Arabia Saudita

0 0

EveryOne Group, i 100 Thousand Poets for Change, i Poeti per la Pace rivolgono un appello urgente a Sua Eccellenza re Salmān, sovrano dell’Arabia Saudita, alle Nazioni Unite, alle istituzioni dell’Unione europea e alla società civile mondiale per la vita del poeta Ashraf Fayadh.
Il poeta e artista di origine palestinese è stato arrestato nel 2013 e condannato per il contenuto delle sue poesie, ritenuto blasfemo dalla magistratura religiosa. Una prima sentenza lo aveva condannato a quattro anni di detenzione e una punizione corporale, mentre in appello è stato recentemente condannato a morte. Ashraf Fayadh è un poeta che onora la cultura e la civiltà dell’Arabia Saudita e le sue poesie ispirano i lettori a riflettere sui temi legati allo spirito. Chiediamo al sovrano dell’Arabia Saudita di salvare la vita e di garantire la libertà al poeta, con un atto di misericordia degno della grande cultura del Paese, che ha avuto nella sua storia grandi poeti, alcuni dei quali capaci di ispirare importanti cambiamenti nella società, anche attraverso versi satirici. Contemporaneamente, chiediamo alle Nazioni Unite, alle Istituzioni dell’Unione europea e alla società civile di sostenere quest’appello, impegnandosi affinché un poeta non debba perdere la vita a causa della sua arte e della sua ispirazione, visto che è proprio l’arte il motore civile che consente alle società di progredire verso la pace e il benessere di tutti i cittadini. Salviamo la vita del poeta palestinese Ashraf Fayadh per difendere il ruolo della cultura, del pensiero e dell’arte nel nostro mondo travagliato da tanti conflitti e da tante ingiustizie.

I promotori dell’appello:

Roberto Malini, poeta e difensore dei diritti umani, presidente di EveryOne Group, membro dei 100 Thousand Poets for Change e dei Poeti per la Pace

Dario Picciau, artista e difensore dei diritti umani, presidente di EveryOne Group, membro dei 100 Thousand Poets for Change e dei Poeti per la Pace

Glenys Robinson, traduttrice e attivista per i diritti umani, presidente di EveryOne Group, membro dei 100 Thousand Poets for Change e dei Poeti per la Pace

Michael Rothenberg, poeta e difensore dei diritti umani, fondatore dei 100 Thousand Poets for Change

Terri Carrion, poetessa e attivista per i diritti umani, fondatore dei 100 Thousand Poets for Change

Steed Gamero, poeta e difensore dei diritti umani, membro di EveryOne Group, dei 100 Thousand Poets for Change e dei Poeti per la Pace

Fabio Patronelli, artista e difensore dei diritti umani, membro di EveryOne Group, dei 100 Thousand Poets for Change e dei Poeti per la Pace

Daniela Malini, poetessa e attivista per i diritti umani, membro di EveryOne Group, dei 100 Thousand Poets for Change e dei Poeti per la Pace

One thought on “Appello per il poeta Ashraf Fayadh, condannato a morte in Arabia Saudita

  1. Ashraf Fayadh è un poeta che onora la cultura e la civiltà dell’Arabia Saudita e le sue poesie ispirano i lettori a riflettere sui temi legati allo spirito. Chiediamo al sovrano dell’Arabia Saudita di salvare la vita e di garantire la libertà al poeta <3

Comments are closed.