Sei qui:  / Blog / Facebook a Gibellina. Pugni a giornalista per un post ironico

Facebook a Gibellina. Pugni a giornalista per un post ironico

 

Nino Ippolito, addetto stampa di Vittorio Sgarbi, è stato aggredito dal marito della vice del sindaco per aver ironizzato su un refuso in un manifesto del Comune

Nino Ippolito, addetto stampa di Vittorio Sgarbi e gestore della pagina Facebook Gibellina Nuova, è stato aggredito la notte del 26 agosto, nel centro di Gibellina (Trapani), da Santo Balsamo, marito della vice del sindaco, che gli ha dato due pugni in faccia. Ippolito ha denunciato l’aggressione ai Carabinieri di Gibellina. Prima dell’aggressione, Balsamo aveva insultato il giornalista su Facebook.

L’aggressione è scaturita da alcuni commenti ironici fatti dal giornalista sulla sua pagina Facebook, in cui faceva rilevare  un errore ortografico in un manifesto affisso dal Comune in cui c’era scritto “Attenzione. Palco in alletimento” invece che “in allestimento”.

Sono ancora basito dalla reazione spropositata al mio commento ironico. Avevo previsto una reazione, anche aspra, ma non due pugni in faccia. E’ una cosa fuori dal mondo civile. Tra l’altro conoscevo la persona che mi ha aggredito e avevo con lui rapporti cordiali”, ha dichiarato il giornalista a Ossigeno.

A Ippolito hanno dato solidarietà colleghi e amici e il sindaco di Gibellina, che ha stigmatizzato il gesto di Balsamo, riconducendo l’accaduto a questioni personali e familiari.

Balsamo aveva subito replicato al post di Ippolito su Facebook aggiungendo questo commento: “L’ironia è bella fino a quando dura poco… dopo diventa rottura di c…o”. Poi in strada ha inveito contro il giornalista dicendo: “Siete dei pezzi di m…a, la dovete finire, ve la faccio pagare…”. Dopo, intorno all’una di notte, ha scritto a Ippolito un messaggio privato in cui si afferma: “Ripeto siete dei pezzi di m. Metti il dito nelle questioni familiari… “. A questo messaggio l’addetto stampa ha risposto minacciando di denunciarlo ai carabinieri. Dopo meno di un’ora Balsamo ha incontrato Ippolito per strada, in viale Indipendenza, e lo ha colpito con due pugni al volto che gli hanno provocato un trauma facciale diagnosticato al Pronto Soccorso con tre giorni di prognosi.

DB

Da ossigenoinformazione

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE