Sei qui:  / News / Fiaccolata di “Libera” in memoria di Pietro Sanua

Fiaccolata di “Libera” in memoria di Pietro Sanua

 

Vent’anni fa veniva ucciso Pietro Sanua. Era la mattina del 4 febbraio 1995: un giorno di lavoro qualsiasi, una bancarella di frutta e verdura da allestire al mercato di fronte al Parco Giorgella, a Corsico, nel sud ovest milanese. Pietro quella mattina non raggiungerà il mercato, non inizierà mai a lavorare: verrà ucciso da un colpo di lupara in via Di Vittorio, mentre era alla guida. Pietro Sanua era un venditore ambulante e Presidente dell’ANVA (Associazione nazionale commercio su aree pubbliche) di Milano, conosciuto da colleghi e amici per la sua correttezza e onestà. Sono passati vent’anni, ma ad oggi non si conoscono i nomi né degli esecutori né dei mandanti dell’assassinio e il suo omicidio non ha ancora avuto giustizia.

Dal 2010 il suo nome viene letto nel lungo elenco delle vittime innocenti delle mafie durante la Giornata della Memoria e dell’Impegno, il 21 marzo. Quest’anno si terrà a Bologna, e avrà per titolo “La verità illumina la giustizia”. Ed è proprio verità è giustizia ciò che si chiede anche per l’omicidio di Pietro Sanua, così come per le oltre 900 persone – cittadini, magistrati, giornalisti, sacerdoti, sindacalisti, esponenti politici, amministratori locali, appartenenti alle forze dell’ordine – che sono morte per una sola “colpa”: aver vissuto onestamente, aver compiuto il proprio dovere contro le illegalità e le mafie.

Siamo a vent’anni dalla morte di Pietro, vent’anni senza verità e senza giustizia. È per questo che Libera e l’amministrazione comunale di Corsico hanno organizzato per il 4 febbraio 2015 una fiaccolata con la famiglia di Pietro, una serata per fare memoria e impegno e chiedere verità e giustizia. Una serata  in cui tutti si rendano consapevoli della presenza della criminalità organizzata nel nostro paese e del suo radicamento.

PROGRAMMA

  • ore 20.00: Fiaccolata in memoria di Pietro Sanua

ritrovo in Piazza Papa Giovanni XXIII (Corsico, dove c’è l’oratorio S. Antonio di Padova) per raggiungere il luogo dell’omicidio;

  • ore 21.00: Incontro pubblico con Lorenzo Sanua e don Luigi Ciotti (Chiesa dell’oratorio S. Antonio di Padova), “La memoria si fa impegno”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE