Sei qui:  / Blog / Alle 17 il Senato licenzia l’Italicum

Alle 17 il Senato licenzia l’Italicum

 

Tra qualche ora l’Italicum supererá il vaglio del senato. Alle 17 si vita. Ci sará poi quello che la maggioranza valuta come l’ultimo passaggio alla Camera e che permetterå l’approvazione della legge elettorale in via definitiva. L’aula si é espressa favorevolmente sui due emendamenti a firma della senatrice Anna Finocchiaro che rappresentano l’accordo della maggioranza di governo esteso a Forza Italia. Ok dunque con il voto di 177 senatori al premio di maggioranza per la lista che arriva al 40% dei consensi elettorali che conquisterá così 340 deputati. Via libera anche alla soglia minima di accesso per la ripartizione dei seggi per le liste che raggiungeranno l’obiettivo del 3%. Con il secondo emendamento si di 166 senatori alle modifiche che fissano a 100 i capilista, a 10 il numero massimo di pluricandidature e che definiscono la possibilitá di esprimere due preferenze ma che dovranno essere di genere diverso, pena l’annullamento di entrambe. Ed é in questo emendamento che si approva anche la clausola di salvaguardia che determina l’entrata in vigore della legge elettorale nel 2016.
Sel, lega e cinque stelle, hanno chiesto che il voto finale fosse spostato dopo l’elezione del capo dello stato. L’aula a maggioranza ha respinto la richiesta. Segno – affermano le minoranze – che nonostante quel che dica Renzi legge elettorale, elezione del capo dello stato e riforme costituzionali stanno tutte dentro il patto del Nazareno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE