Sei qui:  / Libridine / “Stato di dissociazione” – di Mauro Cosmai

“Stato di dissociazione” – di Mauro Cosmai

 

È possibile formulare una diagnosi di malattia mentale per un’intera nazione, sia pure con  le ovvie eccezioni? Sì, quando la stragrande maggioranza degli individui (medi) fa suoi i messaggi ambivalenti e schizoidi di sistemi politici, religiosi ed economici accettati supinamente. In  più caratteristiche geopolitiche, linguistiche ed  economiche veramente uniche foraggiano questi  “sdoppiamenti” portando a una vera e propria sindrome dissociativa collettiva, a una realtà sociale  schizoide (se non schizofrenica) che non ha eguali  perlomeno nel mondo civile. Attraverso una serie  di esempi, sintomi chiarissimi del disagio mentale nostrano, interpretati correttamente dal punto  di vista scientifico ma esposti in maniera chiara  e divulgativa (compresa una sottile vena d’ironia)  questo libro stila un diagnosi indiscutibile di un  paese dove i sani di mente, sempre più rari, vivono  sempre più male.

Edizione Solfanelli

Mauro Cosmai (1948), da quasi quaranta psicoterapeuta analista  e sessuologo, è inoltre saggista, docente universitario, esperto della  comunicazione, giornalista pubblicista e magistrato onorario. Al suo attivo  numerose comunicazioni e pubblicazioni a livello scientifico e divulgativo  su organi d’informazione nazionali e privati. Tra i suoi libri: Processo  all’inconscio (1997), Campioni senza valore (1999), Il complesso di coppia (1999), Nuovi spazi dell’interpretazione (2000), Comunicare e scomunicare  (2001), Psicologia e mondo dello sport (2004), Culti culture culturismi (2005), Psicopatologia della vita politica (2006), I tabù della modernità (2008), Dizionario dei mali necessari (2010), L’attesa – i veri significati del  tempo (2011), L’individuo medio – dall’utopia all’aporia (2011), Aforismi –  Diario alieno (2012), Morti di fama – cloni umani in cerca d’identità (2013). 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE